Mercato auto Germania: ad agosto il calo è del 5.5%

Il mercato dell’auto cede anche nella solidissima Germania: ad agosto il calo è stato del 5.5%

La crisi dell’auto non sta risparmiando nessuno: dopo la lieve ripresa registrata in luglio, e con le luci del Salone di Francoforte 2013 ancora accese, anche in Germania il mercato dell’auto torna in flessione, facendo registrare un -5.5% nel mese di agosto. Ultimo rilevamento di un andamento che, se verrà perpetrato sino a fine anno, potrebbe significare circa 2.85 milioni di auto immatricolate, la cifra più bassa da 15 anni a questa parte per la Repubblica Federale: molto al di sotto rispetto alla chiusura dell’esercizio 2012, a 3,1 milioni. La stessa Volkswagen, che continua ad essere leader del mercato, sta perdendo importanti quote in tutti i segmenti in cui è presente, nonostante la vettura più venduta continui ad essere la Golf. Male, senza che questo generi particolari stupori, le italiane.

Secondo i dati di VDA e VDIK, le associazioni dei costruttori e dei dealer, nell’ottavo mese dell’anno le vetture immatricolate sono state 214.044. Dall’inizio dell’anno sono state invece immatricolate 1.969.000 auto, con una flessione del 6.6%, con bilanci negativi in 6 mesi su 8 del 2013. Con questa performance in picchiata, quello tedesco non è più il mercato più importante d’Europa in agosto e viene scavalcato da quello russo. Rimane comunque la speranza che la ritrovata fiducia nel sistema economico tedesco possa, nei prossimi mesi, portare ad un’inversione della tendenza che quantomeno limiti i danni al ricco settore auto teutonico.

Quanto l’industria dell’auto sia importante per l’economia tedesca è evidenziato dalla difese “a spada tratta” fatta dalla Merkel relativamente alla questione CO2: nonostante un passato ecologista, che continua a rivendicare con orgoglio, e la volontà di mettere sulle strade tedesche 1 milione di auto elettriche entro il 2020 (possibilmente senza l’ausilio di ecoincentivi), la Cancelliera tedesca non ha esitato a “mettere il veto” in sede europea sull’approvazione dei nuovi limiti alle emissioni di anidride carbonica, vanificando un percorso di lavoro quinquennale. I grandi gruppi dell’auto tedesca ne sarebbe usciti danneggiati vista la loro produzione di veicoli con cilindrate mediamente più alte rispetto a quelle degli altri concorrenti del Vecchio Continente. Inoltre, in piena campagna elettorale, non sarebbe stata un atteggiamento molto “furbo” mettersi contro i giganti dell’auto, i loro dipendenti e tutto l’indotto ruotante attorno a questo enorme universo. Ma basteranno queste forme di protettorato per difendere i numeri dell’industria dell’auto tedesca nel futuro a medio termine?

Le quote di mercato dei costruttori

Mercato auto Germania Agosto

I modelli più venduti

Mercato auto Germania Agosto

Mercato auto Germania Agosto

Ultime notizie su Dati vendita automobili

Sono lontanissimi gli anni in cui nel nostro paese si immatricolavano quasi 2.5 milioni di automobili nuove. Era un periodo di benessere, di tranquillità economica, durante il quale nessuno prestava troppa attenzione ad un settore che da lì a [...]

Tutto su Dati vendita automobili →