Opel: il governo tedesco nega ulteriori aiuti

Il Ministro dell’Economia tedesco, Rainer Bruederle, ha negato di voler concedere ulteriori aiuti per risollevare Opel. “Sono convinto che General Motors abbia raggiunto un sufficiente livello di solidità economica per riuscirci da se”, ha spiegato Bruederle, comunicando il non-verdetto raggiunto dalla commissione incaricata di valutare la richiesta d’aiuto (pari ad 1.1 miliardi di euro). Il


Il Ministro dell’Economia tedesco, Rainer Bruederle, ha negato di voler concedere ulteriori aiuti per risollevare Opel. “Sono convinto che General Motors abbia raggiunto un sufficiente livello di solidità economica per riuscirci da se”, ha spiegato Bruederle, comunicando il non-verdetto raggiunto dalla commissione incaricata di valutare la richiesta d’aiuto (pari ad 1.1 miliardi di euro). Il pool di esperti non ha infatti espresso un responso unanime, “obbligando” il Ministro a fornire un parere negativo.

Il marchio tedesco dovrebbe comunque ricevere sovvenzioni da altre nazioni, con i governi di Spagna, Gran Bretagna, Austria, Ungheria e Polonia disposte a concedere 800 milioni di euro. Viene così spontaneo domandarsi se da ora in poi gli stabilimenti ed i lavoratori tedeschi godranno di un minore potere contrattuale.

Via | LeftLane

Ultime notizie su Brevi

Link a notizie brevi sul mondo dell'auto

Tutto su Brevi →