Salone di Francoforte 2013: Peugeot RCZ R

Motore 4 cilindri 1.6 da 270 CV e differenziale a slittamento limitato Torsen: la RCZ R viene presentata al Salone di Francoforte 2013 e sarà commercializzata all’inizio dell’anno prossimo.

Il nuovo motore 4 cilindri 1.6 turbo THP da 270 CV rende la Peugeot RCZ R il modello di serie più potente della storia del marchio del leone. Svelata al Salone di Francoforte 2013, la vettura porta a termine il passaggio 0 – 100 km in meno di 6 secondi, con emissioni medie di CO2 contenute in 145 g/km. Il nuovo THP vanta una potenza specifica di 170 CV/l ed è già conforme alla norma antinquinamento Euro 6. Inoltre il lavoro effettuato sull’aerodinamica ha permesso di aumentare il carico posteriore grazie ad un nuovo spoiler, che favorisce la stabilità alle alte velocità, senza penalizzare la resistenza aerodinamica. Rispetto alla RCZ da 200 CV, la R vanta una massa complessiva di 1280 kg, 17 in meno della variante liscia: RCZ R dispone dunque di un rapporto peso / potenza di particolarmente favorevole, 4,7 kg / CV.

La vettura si caratterizza anche per l’assetto ribassato di 10 mm e le ruote da 19 pollici più larghe e più sporgenti, a tutto vantaggio dell’aderenza e della motricità. I cerchi sportivi specifici bicolore, diamantati / nero opaco, sono personalizzati con una R fresata direttamente nella lega leggera. Sono stati disegnati per ospitare i nuovi freni sovradimensionati, con pinze anteriori rosse “firmate” da PEUGEOT Sport, e per ottimizzarne il raffreddamento. I due grossi terminali cromati simmetrici, tradiscono la presenza di un impianto di scarico riprogettato ai fini delle prestazioni e della sonorità. Le lettere PEUGEOT in rosso sulla calandra e il monogramma R, riproposto anche nel posteriore, completano la firma esterna di RCZ R. Disponibile in 4 tonalità (Rosso Eritrea, Nero Perla Nera, Grigio Sidobre e Bianco Opale), RCZ R propone anche un’offerta di personalizzazioni composta dal tetto in carbonio lucido o satinato, di adesivi della carrozzeria e di gusci dei retrovisori neri. L’equipaggiamenti di sicurezza e di comfort è completato su RCZ R dai proiettori allo Xeno con lavafari e dal sistema multimediale WIP Nav Plus.

Il temperamento sportivo di RCZ R si esprime anche nei dati prestazionali: velocità massima 250 km/h (limitata elettronicamente); accelerazione 0 -100 km/h in 5,9 s, 0-400 m in 14,2 s, 0-1000 m in 25,4s. Anche le riprese sono di alto livello: si passa da 80 a 120 km/h in 6,8 s in sesta marcia. La definizione dei sei rapporti del cambio manuale è specifica, a vantaggio delle accelerazioni e delle riprese. Il baricentro ribassato, l’efficienza aerodinamica, la regolazione specifica dell’insieme ruote sospensioni (carreggiata, incidenza e campanatura, cerchi più larghi di + 0,5 pollici) e gli pneumatici Goodyear Eagle F1 Asymmetric 235 / 40 R19 ottimizzano l’aderenza e garantiscono un’elevata tenuta di strada. La frenata è affidata a pinze freno fisse a 4 pistoncini ed a dischi da 380 mm di diametro e di 32mm di spessore, flottanti su una gabbia in alluminio, che contribuisce ad alleggerire e a raffreddare l’impianto frenante, al pari delle ventilazioni interne del disco. Il tutto assicura all’impianto frenante una notevole resistenza e offre a RCZ R, con uno spazio d’arresto 130 – 0 km/ in meno di 61m.

RCZ R è dotata di un nuovo motore 1.6 THP, turbobenzina a iniezione diretta. Sviluppa la potenza massima di 199kW (270 CV) a 6000 g/min, con coppia massima di 330 Nm tra 1900 g/min e 5500 g/min. Il monoblocco è stato rinforzato con un trattamento termico specifico prima di essere sottoposto a lavorazione per aumentarne la robustezza. Il turbocompressore Twin Scroll è stato sviluppato appositamente per beneficiare di un dimensionamento ideale per quest’applicazione e questo livello di prestazioni. Abbinato a un collettore di scarico in acciaio dal disegno inedito ispirato alle corse, permette di mantenere temperature di funzionamento più elevate. I nuovi pistoni, che assicurano un rapporto di compressione di 9,2:1, sviluppati con MAHLE Motorsport, hanno una struttura forgiata e una tipologia di alluminio utilizzata in Formula 1; il loro raffreddamento è assicurato da 2 ugelli spruzzatori. Anche le bielle hanno subito un’evoluzione per resistere a un utilizzo agli alti regimi del motore. I loro cuscinetti con rivestimento in polimero permettono di resistere a pressioni dei cilindri più elevate: sono stati brevettati e presentati da Mahle nel 2011, e sono adottati di serie in anteprima mondiale su RCZ R.

Ultime notizie su Video

I video più interessanti e divertenti del mondo auto: i video ufficiali dai costruttori, le nostre prove su strade, i video amatoriali divertenti da condividere, ecco un modo per scoprire il mondo delle quattro ruote a 360 gradi!

Tutto su Video →