Salerno-Reggio Calabria: in arrivo un pedaggio da 2 euro?

Il testo definitivo della manovra economica varata dal Governo, contiene una sezione in cui vengono individuate alcune tratte autostradali da sottoporre a nuovi pedaggi, che dovrebbero essere individuate in via definitiva 45 giorni dopo l’approvazione del decreto, vale a dire nel mese di luglio. Tra le varie tratte, sembra rientrare anche la Salerno-Reggio Calabria, oltre

Il testo definitivo della manovra economica varata dal Governo, contiene una sezione in cui vengono individuate alcune tratte autostradali da sottoporre a nuovi pedaggi, che dovrebbero essere individuate in via definitiva 45 giorni dopo l’approvazione del decreto, vale a dire nel mese di luglio.

Tra le varie tratte, sembra rientrare anche la Salerno-Reggio Calabria, oltre ad alcuni raccordi -sempre nel sud-, come il Salerno-Avellino o il Sicignano-Potenza. Per quanto riguarda l’A3, si parla di una imposizione di 1-2 euro, ma si tratterà in ogni caso di una misura transitoria che verrà attuata dal secondo mese successivo all’entrata in vigore del decreto e non si prolungherà oltre dicembre 2011.

Va inoltre aggiunto che gli importi sono al netto dell’IVA e che non potranno comportare un incremento oltre il 25% del pedaggio attuale. La probabile introduzione del pedaggio sulla Salerno-Reggio ha suscitato proteste ma anche dubbi sulla tempestiva attuazione del decreto: per riscuotere il pedaggio infatti, si dovranno verosimilmente costruire caselli.

La soluzione alternativa sarebbe quella delle vignette o delle carte prepagate, già utilizzate in altri paesi europei, ma non ancora sperimentati in Italia. Il presidente dell’ANAS ha dichiarato che l’obiettivo dell’azienda è quello di “raggiungere l’autonomia finanziaria e non incidere più sui conti pubblici”.

Come ha fatto notare qualche deputato, occorrono ancora 3 miliardi di euro per completare l’autostrada ed il Governo per molti interventi non ha ancora né soldi né progetto. Critiche sono state rivolte anche al Presidente della Regione Campania Stefano Caldoro, rimproverato di un atteggiamento passivo di fronte ai recenti provvedimenti di Roma, non ultimo questo relativo al pedaggio.

Nel coro delle voci contrarie c’è anche quella del Presidente della Regione Calabria Giuseppe Scopelliti, eletto per il centrodestra, che ha espresso la sua assoluta contrarietà al provvedimento, aggiungendo sarcasticamente che più che chiedere un pedaggio, agli automobilisti che percorrono la A3 dovrebbe essere corrisposto un bonus…

I Video di Autoblog