Il V12 Mercedes? E' realizzato con ossa, legno, fossili ed altri 50 differenti materiali

Ossa di capra, marmo rosso, granito, resina, acciaio... Questi sono alcuni fra i 53 materiali utilizzati dall'artista Eric van Hove per costruire il V12 Laraki, una sontuosa forma d'arte regionale.

Eric van Hove ed il suo V12 Laraki

L’intrusione di creativi ed artisti nel mondo dell’automobilismo produce sempre risultati di gran valore. Lo abbiamo scoperto nel mese di luglio, quando la scultrice Lauren Was e l’artista Adam Eckstrom realizzarono una Lamborghini Countach impiegando solo biglietti della lotteria. Un’ulteriore conferma giunge dal noto artista Eric van Hove, 38enne belga nato in Algeria e cresciuto in Camerun. van Hove si è recentemente trasferito in Marocco ed ha portato a termine un’opera denominata V12 Laraki, ovvero la riproduzione di un V12 Mercedes utilizzando 53 materiali differenti.

Eric van Hove ed il suo V12 Laraki
Eric van Hove ed il suo V12 Laraki
Eric van Hove ed il suo V12 Laraki

L’artista si è avvalso della collaborazione di 35 artigiani, provenienti da varie regioni del Marocco; ciascuno lo ha aiutato per trasformare i materiali grezzi – gran parte di origine naturale – in componenti da montare ed assemblare. La realizzazione di V12 Laraki ha richiesto 9 mesi ed ha previsto il sezionamento di un vero plurifrazionato Mercedes, oltre alla creazione di 465 componenti e di ben 660 bulloni (in rame). Eric van Hove si è servito di legno di cedro, legno di noce, legno di arancio, legano d’ebano, rame giallo, rame rosso, ferro, argento, stagno, ossa di mucca, ossa di capra, pietre di sabbia, marmo rosso, marmo bianco, granito rosa, pelle di capra, resina, pelle di vacca e d’agnello, fossili, cotone, sughero, henné ed altri numerosi materiale. Per la lista completa vi rimandiamo al sito This Is Colossal.

Eric van Hove ed il suo V12 Laraki
Eric van Hove ed il suo V12 Laraki
Eric van Hove ed il suo V12 Laraki

Quest’opera non è seconda al titanico sforzo compiuto dal miniaturista Yesus Wilder, che impiegò acciaio, alluminio e bronzo per modellare un V12 funzionante. Wilder ha completato la sua opera in circa 12 mesi e le ha dedicato 1.220 ore, utilizzando inoltre 261 componenti e 222 viti.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: