Toyota: multa da 16 milioni di dollari a seguito dello scandalo pedali

Ray LaHoodL’ente nazionale statunitense per la sicurezza stradale (NHTSA) ha comminato a Toyota una multa da 16.3 milioni di dollari per aver taciuto i problemi legati al malfunzionamento dei pedali nonostante i guasti fossero noti da ben quattro mesi. Ray LaHood, ministro dei trasporti, ha sottolineato con amarezza come Toyota abbia “mancato i suoi obblighi legali”, per di più nascondendo con dolo “un malfunzionamento alle autorità statunitensi avviando con colpevole ed ingiustificato ritardo le campagne di richiamo per proteggere milioni di automobilisti”.

L’NHTSA impone infatti ai costruttori di segnalare il minimo problema che possa compromettere la sicurezza dei veicoli entro cinque giorni lavorativi, mentre il gruppo giapponese ha atteso quasi centoventi giorni dal primo campanello d’allarme - in data 29 settembre 2009 - al richiamo del gennaio 2010. La sanzione inflitta a Toyota è di gran lunga la più salata mai irrogata ad un costruttore di auto: General Motors occupa - suo malgrado - la seconda posizione dopo aver pagato 1 milione di dollari nel biennio 2002-2003 per aver equipaggiato 600.000 vetture con tergicristalli difettosi.

  • shares
  • Mail
32 commenti Aggiorna
Ordina: