Hummer-Tengzhong: la mancata cessione impone lo stop alle attività

Hummer H2 e H3 Model Year 2009

Lo stringato comunicato diffuso da General Motors nella serata di ieri ha il sapore della condanna. Definitiva. Il governo centrale cinese, imponendo l’altolà alle trattative per la cessione del marchio Hummer al costruttore Sichuan Tengzhong, ha di fatto obbligato il costruttore di Detroit a rendere effettiva la dismissione della controllata. La nota riporta con freddezza come “General Motors annuncia oggi che Sichuan Tengzhong Heavy Industrial Machines Co. risulta impossibilitato a procedere con l’acquisizione di Hummer”.

“Un anno fa, General Motors comunicò di voler cedere Hummer con l’obbiettivo di concentrare gli sforzi sui marchi Chevrolet, Buick, GMC e Cadillac”, scrive John Smith, responsabile del gruppo per la programmazione e le alleanze. “Abbiamo valutato le offerte avanzate da numerosi pretendenti, ed oggi siamo sinceramente dispiaciuti per il fallimento delle trattative. General Motors lavorerà a stretto contatto con i dipendenti, i concessionari ed i fornitori per dismettere Hummer nel modo più indolore possibile”.

General Motors continuerà ad onorare le garanzie in essere e garantire assistenza; i clienti potranno invece richiedere componenti e pezzi di ricambio. Il matrimonio GM ed Hummer termina dopo 11 anni.

  • shares
  • Mail
25 commenti Aggiorna
Ordina: