Suzuki Swift: prezzi e caratteristiche del restyling

La Suzuki Swift entra nel terzo anno di vita e per l'occasione si concede un marginale restyling. Cosa cambia? Il paraurti, la mascherina ed il disegno dei cerchi in lega. Sempre disponibili i 1.2 VVT e 1.3 DDiS, così come la trazione integrale.

Suzuki Swift restyling

La Suzuki Swift viene sottoposta al tradizionale aggiornamento di metà carriera e debutta pertanto in versione ristilizzata, disponibile nei concessionari a partire dalle 18.30 di giovedì 11 luglio. Le modifiche di natura estetica sono concentrate all’anteriore. Gli stilisti del marchio Suzuki hanno modificato il paraurti e disegnato una nuova mascherina, introdotto luci a LED diurne e modificato i cerchi in lega. La Suzuki Swift restyling misura 3.850 millimetri in lunghezza ed ha un passo di 2.430 mm, è larga 1.695 mm ed alta 1.510 mm. La volumetria del bagagliaio oscilla fra 211 e 512 litri.

L’aggiornamento prevede inoltre nuovi tessuti interni e le inedite colorazioni Giallo Sunburst e Blu Boost, in aggiunta ad altre otto vernici. La gamma motori resta composta dal 1.2 VVT e dal 1.3 DDiS. Il primo impiega la tecnologia a doppia fasatura variabile ed eroga 94 CV a 6.000 giri/minuto e 118 Nm a 4.800 giri/minuto, mentre il 1.3 a gasolio sviluppa 75 CV a 4.000 giri/minuto e 190 Nm a 1.750 giri/minuto. Le emissioni variano fra i 101 g/km del 1.3 ed i 116 g/km del 1.2, con la possibilità di scendere fino a 98 g/km e 113 g/km scegliendo il sistema Start&Stop. Di serie per entrambi il cambio manuale a 5 marce, con l’opzione dell’automatico a 4 rapporti (solo per il benzina).

Entrambe offrono di serie 7 airbag, l’ESP ed il controllo di trazione. Quattro invece gli allestimenti. La Suzuki Swift B-Easy sarà disponibile in fase di lancio a partire da 10.990 euro (fino al 30 settembre) ed offre di serie il climatizzatore manuale, 7 airbag, l’ESP, i vetri elettrici, il volante in pelle regolabile in altezza e l’impianto audio con lettore CD-MP3 e presa USB. Lo sconto rispetto al prezzo di listino ammonta a 3.000 euro. La Suzuki Swift B-Cool costa 15.490 euro ed integra la dotazione della B-Easy con i cerchi in lega da 16 pollici, i vetri oscurati, le luci fendinebbia, i LED diurni, gli specchietti laterali con indicatori di direzione, il navigatore satellitare con sistema Bluetooth, il cruise control ed i comandi al volante, oltre alle impunture nel colore silver sul volante, sulla cuffia del cambio e sui tessuti. Alla B-Cool è poi riservata l’opzione B-Color, con tetto e specchietti laterali in bianco metallizzato.

La Suzuki Swift B-Top ha un prezzo di 15.690 euro ed aggiunge il climatizzatore automatico, il sistema d’avviamento senza chiave, il volante regolabile in profondità, l’impianto frenante con 4 freni a disco e l’accensione automatica delle luci. Restano a listino le L (versione base: da 11.990 euro) e 4x4. La variante a trazione integrale è disponibile con il solo 1.2 VVT e negli allestimenti B-Cool e B-Top. Prevede un giunto viscoso in posizione centrale, che trasferisce progressivamente la coppia al retrotreno in caso slittamento delle ruote anteriori.

Suzuki Swift restyling
Suzuki Swift restyling

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: