General Motors: secondo Bob Lutz "gli stipendi dei nostri manager sono troppo bassi"

A detta di Bob Lutz, "gli stipendi dei top manager di General Motors sono significativamente inferiori rispetto alle attuali condizioni del mercato". Dall'uscita della bancarotta controllata, le paghe dei manager GM (compresa quella di Lutz) sono state regolamentate per mano di Washington.

"Quello che so è che in questo momento abbiamo di nuovo su di noi tutta la responsabilità. E a mio parere oggi siamo pagati molto, molto, molto sotto i valori di mercato". Lutz si riferisce ovviamente alla situazione determinatasi dopo il prestito di 50 miliardi di dollari erogato dal Dipartimento del Tesoro.

Proprio in questi giorni inoltre, Ken Feinberg, l'incaricato del Tesoro alla regolamentazione degli stipendi GM (quello che in America chiamano molto semplicemente "pay czar"), sta rivedendo le retribuzioni dirigenziali per il 2010 e molto presto dirà cosa e quanto cambierà per Lutz e soci in termini pecuniari.

Lo scorso ottobre Feinberg dichiarò che per il 2010 lo stipendio dei 25 top manager GM sarebbe stato tagliato addirittura del 31%. Lutz non nasconde la sua preoccupazione al riguardo: "Per ora il problema è limitato, ma in futuro una situazione del genere potrebbe peggiorare le cose: un'azienda che paga poco i suoi dirigenti corre il rischio di non essere capace di trattenerli né di attrarne di nuovi".

  • shares
  • Mail
57 commenti Aggiorna
Ordina: