Salone di Ginevra: Porsche 911 GT3 R Hybrid

Porsche 911 GT3 R Hybrid - salone di Ginevra

Debutterà al salone di Ginevra, ma solo in forma statica, ferma su un piedistallo. Riduttivo. La vera premiere della Porsche 911 GT3 R Hybrid avrà quindi luogo nel prossimo mese di maggio, quando (dal 13 al 16) si terrà la 24 Ore del Nurburgring. Il costruttore tedesco porterà al via la sua prima vettura pensata per il solo impegno agonistico equipaggiata con il sistema per il recupero dell’energia cinetica in fase di frenata, scaricata poi sull’assale anteriore in modo da ottenere una trazione integrale per il tempo in cui si richiede la cavalleria extra.

La Porsche 911 GT3 R Hybrid deriva dalla GT3 R, di cui ne ripropone il motore flat six 4.0 da 480 cavalli e la medesima efficacia dinamica. Le due auto cambiano sostanzialmente nel pozzetto ricavato eliminando il sedile del passeggero, dove la Hybrid ospita un volano deputato a raccogliere e generare l’energia altrimenti dispersa nella fase di frenata; la stessa, poi, verrà indirizzata verso i due propulsori disposti nel cofano anteriore. Il volano può effettuare fino a 40.000 giri al minuto.

La potenza aggiuntiva può essere quantificata in 60 kilowatt per singolo motore, e per usufruirne è sufficiente pigiare un tasto disposto sulla razza del volante: i circa 160 cavalli complessivi sono erogati per un tempo compreso fra i 6 e gli 8 secondi. Il costruttore tedesco ricorda, inoltre, che il suo KERS consente sì di aumentare la spinta in fase di allungo, ma anche di contenere i consumi e ridurre così le soste per il rifornimento di benzina.

Porsche 911 GT3 R Hybrid - salone di Ginevra
Porsche 911 GT3 R Hybrid - salone di Ginevra
Porsche 911 GT3 R Hybrid - salone di Ginevra
Porsche 911 GT3 R Hybrid - salone di Ginevra

Porsche 911 GT3 R Hybrid - salone di Ginevra

  • shares
  • Mail
21 commenti Aggiorna
Ordina: