Gruppo Volkswagen: 10 milioni di immatricolazioni annue entro il 2018

Martin Winterkorn

Nel confermare l’ambizioso programma “Strategy 2018”, la dirigenza del gruppo Volkswagen ha comunicato di voler oltrepassare il traguardo delle 10.000.000 vetture annue entro il 2018. Per Toyota, insomma, l’inizio del nuovo anno va considerato come il peggiore della propria storia: non solo il grave calo di popolarità seguente al caos acceleratore, ma anche le dichiarazioni belligeranti di un manager – Martin Winterkorn, amministratore delegato Volkswagen – sempre più calato nei panni di comandante in pectore del primo gruppo automobilistico mondiale.

Fissando i futuri obbiettivi di vendita, Winterkorn ha promesso che il marchio da lui gestito sarà più profittevole, più innovatore, più attento alla soddisfazione della clientela rispetto allo sfidante giapponese, che nel medio-lungo termine perderà (non solo) lo scettro di primo costruttore. Le previsioni del CEO tedesco sono confermate dal consuntivo 2009: Volkswagen ha venduto 6.29 milioni di vetture (+ 1.1% sul 2008), mentre Toyota ha perso il 13% a 7.81 milioni.

Il documento Strategy 2018 prevede che entro il 2018 Volkswagen, Audi e Skoda generino profitti pari all’8%; anticipa una ulteriore riduzione nei costi derivante dal maggior utilizzo di piattaforme modulari; pone l’accento sul rispetto ambientale e lo sviluppo di nuove tecnologie (ibrido ed elettrico) per ridurre le emissioni inquinanti. Questo “modus operandi” verrà esteso a tutti le filiali in tutti i mercati, Cina e Brasile compresi.

  • shares
  • Mail
28 commenti Aggiorna
Ordina: