Toyota: migliorano le previsioni sull'anno fiscale 2009-2010

Salone di Ginevra 2010: Toyota Auris restyling

Nonostante il mega-richiamo che ha riportato in assistenza oltre 8 milioni di auto in tutto il mondo, Toyota rivede al rialzo le proprie stime commerciali e finanziarie per il l'anno fiscale in corso, che si chiuderà a fine marzo. Il motivo è che i risultati del terzo trimestre sono stati migliori del previsto.

Il periodo in questione è stato così tanto superiore alle aspettative da azzerare quasi del tutto le perdite previste sui 12 mesi. Se i manager jap si preparavano ad arrivare al 31 marzo con perdite operative per 2,8 miliardi di euro, le stime diffuse oggi parlano di un rosso da "soli" 160 milioni. Stima sin troppo ottimistica secondo alcuni analisti, che parlano invece di una cifra intorno ai 300 milioni.

La casa ha reso noto contestualmente il costo complessivo sostenuto finora per rispondere alla vastissima e ormai famigerata campagna di richiami globale: gli interventi sono costati in tutto 800 milioni di euro e si faranno sentire sul mercato. Toyota si aspetta una perdita di volume pari a circa 100.000 unità in totale, pari ad un calo dei profitti dalle vendite di circa 640 milioni di euro.

Salone di Ginevra 2010: Toyota Auris restyling
Salone di Ginevra 2010: Toyota Auris restyling
Salone di Ginevra 2010: Toyota Auris restyling
Salone di Ginevra 2010: Toyota Auris restyling

Uno dei top manager della casa, ha però ammesso in un'intervista a Reuters che "è difficile quantificare con esattezza l'impatto sulle vendite che avranno i richiami durante il prossimo anno fiscale". Negli USA intanto, le vendite, sulla scia dei richiami sono scese del 16% durante lo scorso mese di gennaio. "Faremo di tutto per riconquistare la fiducia dei nostri clienti" ha assicurato in conclusione il dirigente.

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: