Opel: la chiusura della fabbrica di Anversa "è una dichiarazione di guerra" secondo i dipendenti

Nuova Opel Meriva: ancora foto ufficiali

Non si placano le reazioni alla chiusura della fabbrica di Anversa, Belgio, annunciata da parte di Opel nei giorni scorsi. Nella serata di ieri è arrivato l'annuncio dei possibili aiuti dalla UE, oggi è la volta dei dipendenti: "La chiusura di Anversa è una dichiarazione di guerra nei nostri confronti". Parole pesantissime, che non mancheranno di far discutere.

La chiusura di Anversa, lo ricordiamo, toglierà lavoro a 2600 dipendenti e rientra nel drastico piano di risanamento della casa che attende di essere svelato nella sua forma definitiva da Nick Reilly, il numero uno del costruttore tedesco. Nell'ambito di questo programma, Opel licenzierà un totale di circa 8300 dipendenti in Europa.

Le parole della dichiarazione riportata sono state pronunciate da Armin Schild, un rappresentante dei dipendenti che siede in consiglio di amministrazione a Rüsselsheim. Schild ha criticato pesantemente la cattiva gestione General Motors degli ultimi 15 anni, ricordando nel suo intervento che Detroit taglierà 4000 posti di lavoro nella sola Germania.

Nuova Opel Meriva: ancora foto ufficiali
Nuova Opel Meriva: ancora foto ufficiali
Nuova Opel Meriva: ancora foto ufficiali
Nuova Opel Meriva: ancora foto ufficiali

Nuova Opel Meriva: ancora foto ufficiali
Nuova Opel Meriva: ancora foto ufficiali
Nuova Opel Meriva: ancora foto ufficiali
Nuova Opel Meriva: ancora foto ufficiali

  • shares
  • Mail
53 commenti Aggiorna
Ordina: