Audi E-tron: arriva il mini sito


Arriva il minisito dedicato alla Audi E-tron Concept presentata al Salone di Detroit: nella pagina virtuale è possibile ruotare di 360° l’immagine della vettura mettendo così in evidenza a gruppi di tre specifici link esplicativi sulle componenti della bella coupè.

L’annuncio ufficiale circa l’entrata in produzione del modello, ha portato alla ribalta il nome di “R4”: sembra infatti proprio questa la vettura destinata a fregiarsi di questo badge. Le speculazioni circa il suo futuro produttivo sono già iniziate. Volendo fare delle ipotesi sensate, è lecito aspettarsi che l’auto che andrà in produzione avrà dei radicali cambiamenti rispetto alla versione “show-car”: tanto per cominciare dovrebbero andarsene i pannelli della carrozzeria in fibra di carbonio, sostituiti da quelli più economici in alluminio. I freni carboceramici rimarranno invece un costoso optional. Il telaio in alluminio dovrebbe invece restare al suo posto, nobilitando la R4 rispetto alla variante VW costruita sulla stessa piattaforma in acciaio.

Da un punto di vista meccanico, salvo inaspettate sorprese, dovrebbe arrivare la trazione integrale “quattro”. Già, ma quale dei 3 moduli attualmente previsti nella gamma Audi? Il sistema originale con differenziale Torsen C dovrebbe rimanere ad appannaggio delle berlina e delle station-wagon a partire dalla A4, mentre il sistema con giunto viscoso riservato alla R8 (di derivazione Lamborghini) sembrerebbe troppo costoso per finire sotto la R4. La soluzione potrebbe essere quindi nel leggero e veloce sistema Haldex riservato alla A3 e alla TT.

Audi e-tron - salone di Detroit
Audi e-tron - salone di Detroit
Audi e-tron - salone di Detroit
Audi e-tron - salone di Detroit


Ovviamente la necessità della R4 di comportarsi, al pari della R8, quasi come una trazione posteriore, impone ai tecnici tedeschi di adattare il sistema affinché funzioni secondo una ripartizione della coppia motrice che, in condizione di base, privilegi ampiamente le ruote posteriori. I propulsori, al di là della variante elettrica, dovrebbero essere tutti derivati dalla banca organi Audi-VW: alla base dovrebbe esserci il 4 cilindri 2.0 TFSI che attualmente equipaggia la S3. Subito sopra probabilmente troveremo il 5 cilindri 2.5 TFSI della TT RS, portato per l’occasione alle soglie dei 400 CV. Non è esclusa comunque la presenza del V6 3.0 con compressore derivato dalla S4.

  • shares
  • Mail
36 commenti Aggiorna
Ordina: