General Motors intende tornare ai profitti già nel 2010

edward whitacre Annuncio senza dubbio sorprendente: il presidente di General Motors Ed Whitacre ha dichiarato ieri a Detroit che il colosso americano ha tutta l'intenzione (e le carte in regola) per tornare a generare profitti già nel corso del 2010, lasciando alle spalle l'anno forse più duro della sua intera storia.

Dopo cinque anni consecutivi di pesanti perdite, GM ha subito nel 2009 l'onta della bancarotta controllata e tutte le sue conseguenze nefaste, dai licenziamenti alle chiusure delle fabbriche sino al sacrificio di due intere case automobilistiche, Pontiac e Saturn, alla vendita di Hummer e all'attuale delicatissima situazione di Saab.

Con i rimanenti sei marchi, Chevrolet, Opel, Vauxhall, Cadillac, Buick e GMC, Whitacre è convinto che GM ha raggiunto il punto d'equilibrio per tornare ad essere competitiva e ripagare per intero il rimanente debito con lo stato e i cittadini americani entro la fine del 2010. "Ci vogliamo liberare al più presto di questo fardello" ha dichiarato il presidente. Secondo gli esperti però, l'ambizione di GM si potrà concretizzare solo se la crisi -soprattutto per quanto riguarda gli Stati Uniti- si esaurirà entro quest'anno...

  • shares
  • Mail
18 commenti Aggiorna
Ordina: