Fiat, Marchionne: lo stato ci deve 400 milioni di Euro in crediti d'imposta

Sergio MarchionneSergio Marchionne, amministratore delegato del gruppo Fiat, ha lanciato nel pomeriggio pesanti accuse contro il Governo, colpevole di non aver versato al Lingotto 400 milioni di Euro in crediti d’imposta. «Ogni nostra vettura in Italia è venduta sotto costo – ha rincarato il manager italo-canadese –. Il grande aiuto ce lo stiamo dando noi».

Da Zurigo, dov’è impegnato ad un incontro della Camera di Commercio italo-svizzera, Marchionne ha precisato che, «alla fine di settembre, il Governo italiano ci doveva oltre 400 milioni di Euro» anticipati dal Lingotto per rendere effettivi gli incentivi. «Siamo l’unica eccezione al sistema europeo – conclude l’amministratore delegato Fiat –. Nel 2004, pur essendo disastrati, non abbiamo chiesto una lira al Ministro Tremonti».
Via | Rai News 24

  • shares
  • Mail
152 commenti Aggiorna
Ordina: