GM taglierà 10.000 posti di lavoro in Opel; presto un piano di rilancio per la casa tedesca

GM, dopo la fine (?) della questione Opel, si prepara ad attuare la strategia di rilancio della casa tedesca: il primo passo, purtroppo, sarà il licenziamento di 10.000 posti di lavoro (una cifra simile era stata comunque preventivata da Magna).

"Intendiamo ridurre i costi Opel del 30%, il che si tradurrà in tagli di circa 10 mila lavoratori. Comprendiamo la reazione negativa del Governo tedesco" -ha affermato John Smith,vice presidente di GM- "ma cedere Opel a Magna sarebbe stato l'equivalente di un terno al lotto e il nostro consiglio d'amministrazione è arrivato alla conclusione che nell'interesse della società fosse opportuno mantenerne il controllo".

Smith, ha inoltre annunciato che la General Motors è pronta a restituire il prestito-ponte ricevuto dal Governo tedesco e che il piano di rilancio Opel sarà presentato in tempi brevi.

Via | Quattroruote

  • shares
  • Mail
23 commenti Aggiorna
Ordina: