Piano industriale Fiat-Chrysler: Jeep Compass e Patriot sostituite da un unico modello su base Fiat

Tra le tante novità fondamentali annunciate oggi nella mega-conferenza stampa Fiat-Chrysler sul futuro dei marchi americani, ci preme tornare su alcuni aspetti del piano di rilancio Jeep, il marchio più interessante per gli appassionati europei. Le due "piccole" Compass e Patriot, dopo un aggiornamento di metà carriera, giungeranno al capolinea. E saranno sostituite da un modello unico, basato sulla piattaforma Fiat di segmento C.

I due controversi sport utility americani non hanno dato i risultati sperati in termini di vendite, ed è naturale che la casa stia già pensando alla loro sostituzione. Attenzione, il loro erede è un modello cruciale per Jeep: il segmento dei SUV e dei crossover di taglia media -non siamo noi a scoprirlo- è quello attualmente più in fermento sul nostro mercato, e azzeccare tempi e modi per il secondo tentativo in questa nicchia è fondamentale.

E così, fra qualche tempo si comincerà a delineare questa nuova Jeep "made in Italy", programmata per il 2013. Non solo: Jeep porterà il gradino d'ingresso della sua gamma ancor più in basso. Nel corso dello stesso anno è infatti previsto il lancio di un ulteriore crossover, ancor più piccolo, per entrare nel segmento B.

Quello che pare certo comunque, è che tutti questi modelli, così come la prossima Grand Cherokee saranno in grado di tenere alta la bandiera Jeep anche e soprattutto in offroad, rispettando le nobili tradizioni del marchio e distinguendosi dalla concorrenza. Facendo dimenticare al contempo auto come la Compass, responsabile di una certa negativa diluizione dell'immagine di marca.

  • shares
  • Mail
14 commenti Aggiorna
Ordina: