Piano industriale Fiat-Chrysler: i programmi per Jeep

Piano industriale Fiat-Chrysler - i programmi per Jeep

Proseguiamo la nostra carrellata sul piano Fiat-Chrysler con il programma di “resurrezione” stilato dal marchio Jeep. Con particolare attenzione all’immagine, giovanile e dinamica, nel solco di una tradizione. Per questo motivo il marchio intende rinnovare, nel solo 2010, gran parte dell’offerta: Patriot, Compass, Wrangler verranno sottoposte ad un restyling radicale, mentre la Cherokee/Liberty sarà oggetto di un semplice aggiornamento.

Nessuna speranza invece per la Commander, destinata a salutare tutti ad inizio 2011. Il 2010, invece, sarà l’anno della Grand Cherokee atto quarto. Ma le vere novità sono programmate per il 2013, quando verranno presentati tre modelli su piattaforma torinese: una small-SUV (segmento B), una vettura media a sostituire Patriot e Compass (segmento C) oltre alla nuova Liberty (segmento D).

La Wrangler riceverà inoltre una serie di modifiche per festeggiare nel 2010 i suoi 70, e celebrare così quel passato da vettura militare così affascinante e caratteristico. Il marchio Jeep, secondo le intenzioni, dovrebbe così raggiungere ed oltrepassare le 800.000 vetture annue, un’enormità se paragonate alle 497.000 dell’anno scorso, in calo rispetto alle 609.000 del 2005.

La dirigenza Jeep riconosce altresì la difficoltà di un segmento cresciuto in maniera esponenziale nell’ultimo decennio, e passato dai 54 modelli concorrenti del 2000 ai 111 del 2009.


Piano industriale Fiat-Chrysler - i programmi per Jeep
Piano industriale Fiat-Chrysler - i programmi per Jeep
Piano industriale Fiat-Chrysler - i programmi per Jeep

  • shares
  • Mail
18 commenti Aggiorna
Ordina: