Fiat-Chrysler: sulla nuova 300 C nasceranno due modelli italiani


Fiat intende produrre sulla base della nuova Chrysler 300 C due modelli italiani da commercializzare in Europa, per un volume totale di 50.000 unità l'anno. Durante la scorsa settimana, Alfredo Altavilla, il numero uno di Fiat Powertrain, dando la notizia ai sindacati, ha aggiunto che su questi due modelli sarà adottato il nuovo V6 Pentastar della casa americana.

La produzione di queste due proposte italiane inizierà nel 2011 presso le Officine Bertone di Grugliasco, sede rilevata da Fiat lo scorso luglio nel contesto dell'operazione con cui è stata completamente inglobata la storica azienda torinese.

La curiosità, a questo punto è alle stelle: quali marchi daranno vita a queste sorelle della grande berlina Chrysler? "L'annuncio dettagliato sarà dato il prossimo 4 novembre, quando presenteremo il nostro piano di rilancio quinquennale", ha dichiarato Altavilla ad Automotive News.

Per ora dunque, le indiscrezioni sono a un punto morto rispetto a dove le avevamo lasciate pochi giorni fa. Il primo modello ad uscire da Grugliasco dovrebbe essere una nuova grande berlina Lancia, destinata a riesumare una tradizione interrotta con la sfortunata Thesis ormai da anni.

La seconda proposta, che seguirà questa inedita Lancia a distanza di circa un anno, dovrebbe essere una Maserati tutta nuova, da posizionare un gradino sotto la Quattroporte, vale a dire nel segmento E. Questo piccolo Tridente potrebbe configurarsi come una rivale per la Mercedes CLS e le sue rivali.

Questo è quanto, per ora: non ci resta che pazientare qualche giorno per capire quale strada tracceranno a Torino per il giovane gruppo italo-americano.

  • shares
  • Mail
61 commenti Aggiorna
Ordina: