Chrysler e Lancia verso una forte condivisione di prodotti in Europa

Lancia Thesis

I marchi Chrysler e Lancia si avviano ad avere un legame molto stretto per quanto riguarda l'offerta sul mercato europeo. Dal settore delle medie due volumi a quello delle grandi berline di alta gamma, il management Fiat intende intrecciare i destini delle due case.

Torna alla mente la recente nomina di Olivier Francois al vertice di Chrysler. Un caso? Macché. Piuttosto, "il primo passo verso l'integrazione tra le due case" come rivelato da una fonte Fiat ad Automotive News. La casa di Auburn Hills e il marchio torinese non condivideranno solo i prodotti, ma anche la rete di vendita europea. Un'operazione fondamentale, destinata ad avverarsi sul breve termine.

La fonte Fiat, che sta lavorando proprio sulle trattative, ha espressamente parlato dell'erede della Thesis e della concreta possibilità che venga realizzata sul pianale della 300C, soffermandosi anche sul futuro condiviso dell'erede della Sebring, basata sulla 200C Concept e di una futura berlina media Lancia. Dopo mesi di silenzi e di presenze sbiadite ai saloni, queste parole sono il segno che ai piani alti stanno ancora ragionando concretamente sul futuro del marchio.

Lancia Thesis
Lancia Thesis
Lancia Thesis
Lancia Thesis

Come scrivevamo poc'anzi, Fiat ha pensato per Chrysler un ruolo di brand "near-premium", con il quale contrastare Cadillac in casa. A Dodge andrebbe il ruolo del marchio sportivo, a Ram quello di casa concentrata sui mezzi "duri" come l'iconico pick-up da cui prenderebbe il nome.

Francois affiancherà il suo nuovo ruolo di numero uno Chrysler e responsabile marketing e pubblicità di Chrysler, Jeep, Dodge e Ram ai precedenti incarichi di ad Lancia e responsabile marketing del Gruppo Fiat.

  • shares
  • Mail
52 commenti Aggiorna
Ordina: