Motor Show 2009: oggi si delineerà il destino della kermesse bolognese


Promotor International, società organizzatrice del Motor Show di Bologna, ha indetto per oggi alle 14 una conferenza stampa per comunicare quale sarà il destino dell'ormai unico Salone italiano dell'auto. L'edizione 2009 è fortemente a rischio per i numerosi forfait annunciati dalle maggiori Case automobilistiche, tra cui il Gruppo Fiat. Prima del Lingotto, alcuni importanti costruttori come BMW, Renault e Gruppo Volkswagen avevano comunicato la loro assenza al Motor Show di quest'anno. Ad essi si è aggiunto poi il "quartetto" composto dalle giapponesi Honda, Nissan, Toyota e Suzuki. Infine, ha rinunciato anche Ford.

Se dovesse tenersi l'edizione 2009 del Motor Show, assisteremmo ad un ritorno alle origini per la manifestazione, concentrata prevalentemente su gare ed esibizioni dinamiche piuttosto che sulla semplice esposizione di autovetture inedite. I più preoccupati per un'eventuale dipartita del Motor Show sono gli amministratori locali, perché l'annullamento della kermesse provocherebbe ripercussioni su Bologna e l'intera regione dell'Emilia Romagna. Secondo una stima redatta dall'Università Bocconi di Milano, il giro d'affari attorno al Motor Show ammonta a circa 100-120 milioni di euro. Il calcolo tiene conto delle spese che visitatori e addetti ai lavori effettuerebbero per mezzi di trasporto, alberghi, ristoranti e servizi di vario genere.

Sulla questione relativa al Motor Show è intervenuto Duccio Campagnoli, assessore alle Attività produttive della regione Emilia Romagna: "Sarebbe una sorpresa se si scoprisse che fra qualche mese ci sarà un Motor Show con Fiat da qualche altra parte". Infatti, da un pò tempo si parla di un interessamento dell'ente che gestisce la nuova Fiera di Rho-Pero a una possibile manifestazione motoristica in quel di Milano.

Via | Quattroruote

  • shares
  • Mail
33 commenti Aggiorna
Ordina: