Auto a fuel cell: i grandi costruttori sottoscrivono una dichiarazione d’intenti

Daimler AG, Ford Motor Company, General Motors, Honda Motor Company, Hyundai-Kia, Renault-Nissan e Toyota Motor Corporation, le case leader nella ricerca sulle fuel cell, hanno sottoscritto un accordo di intesa per lo sviluppo e l’introduzione sul mercato di auto elettriche dotate di celle a combustibile. Un passo importante e non solo formale, dato l’enorme know-how


Daimler AG, Ford Motor Company, General Motors, Honda Motor Company, Hyundai-Kia, Renault-Nissan e Toyota Motor Corporation, le case leader nella ricerca sulle fuel cell, hanno sottoscritto un accordo di intesa per lo sviluppo e l’introduzione sul mercato di auto elettriche dotate di celle a combustibile. Un passo importante e non solo formale, dato l’enorme know-how delle suddette aziende in quest’ambito della ricerca automobilistica.

Secondo le previsioni formulate nella dichiarazione d’intenti, a partire dal 2015 le auto a fuel cell saranno pronte per la commercializzazione di massa. Niente serie limitate, o strategie particolari di vendita e noleggio: qui si parla a chiare lettere di centinaia di migliaia di unità prodotte complessivamente ogni anno.

Le strategie di produzione, introduzione sul mercato e pianificazione delle scadenze verranno stabilite da ogni singolo costruttore, di conseguenza non è escluso che qualche casa sarà in grado di produrre in grandi quantità le sue auto a fuel cell prima del traguardo del 2015.

Salone di Francoforte: Mercedes Classe B F-Cell
Salone di Francoforte: Mercedes Classe B F-Cell
Salone di Francoforte: Mercedes Classe B F-Cell
Salone di Francoforte: Mercedes Classe B F-Cell

Con la crescita delle immatricolazioni attesa per la fine della crisi, la produzione dovrà per forza di cose concentrarsi su veicoli a basse emissioni (se non nulle). L’accoglienza positiva delle fuel cell sul mercato però, dipende completamente dalla creazione di una fitta rete di distributori di idrogeno.

Questa rete, si ripromettono le case, dovrà essere operativa entro il 2015 a partire dalle aree metropolitane, per poi trasformarsi in un’infrastruttura capillare. Per ora ci lasciamo con quest’auspicio…

Ultime notizie su Annunci

Annunci, presentazione di nuovi modelli.

Tutto su Annunci →