Francoforte 2009: i primi 10 anni della Peugeot 607

All’edizione 1999 del Salone di Francoforte, venne presentata in anteprima la Peugeot 607, ammiraglia della Casa del Leone che andava a sostituire la 605, presentata anch’essa alla kermesse tedesca esattamente dieci anni prima. E così, quest’anno la 607 si appresta a spegnere le prime dieci candeline. Il futuro di questa vettura non è proprio roseo:


All’edizione 1999 del Salone di Francoforte, venne presentata in anteprima la Peugeot 607, ammiraglia della Casa del Leone che andava a sostituire la 605, presentata anch’essa alla kermesse tedesca esattamente dieci anni prima. E così, quest’anno la 607 si appresta a spegnere le prime dieci candeline. Il futuro di questa vettura non è proprio roseo: infatti, Peugeot starebbe pensando di non sostituirla con la 608, stando alle ultime indiscrezioni circolate nei giorni scorsi.

I motivi di questa decisione sarebbero sempre gli stessi: a parte l’ingente investimento che richiede questa tipologia di auto, la 607 ha ripercorso, nella sua carriera, la stessa strada intrapresa dalle proprie antenate. Come le varie 505, 604 e 605, l’ultima ammiraglia di Peugeot ha registrato un buon riscontro di vendita in Francia, mentre nel resto d’Europa non ha mai brillato. Nata per contrastare le solite e blasonate berline tedesche, la 607 si è trovata a concorrere con Volvo S80, Lancia Thesis e Renault Vel Satis per accaparrarsi le briciole del segmento E, dominato come sempre da BMW, Mercedes e Audi.

Praticamente immutata nelle linee generali, in questo decennio di vita la Peugeot 607 ha accolto sotto il cofano 6 motorizzazioni, di cui 2 a benzina e 4 diesel. Il debutto sul mercato è avvenuto nel settembre del 2000, esattamente un anno dopo la presentazione. Al momento del lancio, la berlina francese era disponibile con i propulsori 2.2 16V da 158 CV, 3.0 V6 24V da 207 CV – sviluppato assieme a Porsche – e il 2.2 HDi da 133 CV, quest’ultimo dotato del filtro FAP. Gli allestimenti previsti erano tre: Ebano, Titanio e Avorio, tutti offerti tra l’altro allo stesso prezzo di listino, i quali si distinguevano tra loro per i diversi abbinamenti degli interni.

10 anni Peugeot 607
10 anni Peugeot 607
10 anni Peugeot 607
10 anni Peugeot 607

10 anni Peugeot 607
10 anni Peugeot 607
10 anni Peugeot 607
10 anni Peugeot 607

Nel 2005, la Peugeot 607 è stata sottoposta ad un leggero restyling di metà carriera. In questa occasione, è stata completamente rivista la gamma motori, anche per adeguarla alla normativa Euro 4. La potenza del 2.2 16V passò da 158 a 163 CV, mentre quella del 3.0 V6 24V fu incrementata a 211 CV. Il 2.2 HDi fu sostituito dal 2.0 HDi da 136 CV e fu introdotto il 2.7 HDi V6 24V da 204 CV, già utilizzato da Jaguar e Land Rover. L’ultima novità per la 607 risale al 2006, anno in cui è arrivato anche il 2.2 HDi biturbo da 170 CV.

10 anni Peugeot 607
10 anni Peugeot 607
10 anni Peugeot 607
10 anni Peugeot 607

Attualmente, la Peugeot 607 è anche la vettura presidenziale di Nicolas Sarkozy. Nel 2007, anno dell’insediamento dell’attuale Capo di Stato francese, Peugeot ha realizzato la 607 Paladine, auto che si distingue dalla variante standard non solo per le misure da limousine ma, soprattutto, per la parte posteriore del tetto ripiegabile come la capote in metallo delle 207 CC e 308 CC.

10 anni Peugeot 607
10 anni Peugeot 607
10 anni Peugeot 607
10 anni Peugeot 607
10 anni Peugeot 607
10 anni Peugeot 607

Ultime notizie su Curiosità

Abbiamo raccolto le notizie le più strane, i video i più divertenti e le auto più originali: scopri con noi le curiosità del mondo automobile e condividi con noi i tuoi aneddoti insoliti.

Tutto su Curiosità →