Gran Bretagna: varate misure governative per ridurre gli ingorghi da lavori in corso

lavori_in_corso Il governo inglese ha varato un pacchetto di norme volte a ridurre i disagi generati dai cantieri stradali: tutti i soggetti pubblici e privati che apriranno lavori sulle sedi stradali d'ora in poi dovranno attenersi a rigide regole di "comportamento" e a test quinquennali che verifichino la qualità dell'operato.

Il Kent sperimenterà inoltre un progetto pilota destinato ad allargarsi all'intera nazione in caso di esiti positivi. Il piano prevede un nuovo sistema di concessioni più rigido, soprattutto in materia di tempi di consegna dei lavori.

Il Ministro dei Trasporti Sadiq Khan ha annunciato la proposta oggi, lamentando che da parte di alcuni soggetti che lavorano sulle sedi stradali "c'è una disgustosa noncuranza delle esigenze degli utenti della rete stradale".

"Le aziende e le società fornitrici di servizi devono sottostare ad un coordinamento normativo e laddove possibile devono far coincidere i propri sforzi. Ne ho abbastanza di chi accampa scuse per non svolgere il proprio lavoro in maniera migliore" ha concluso il ministro.

Chissà cosa avrebbe detto se avesse visto Roma durante i lavori per il Giubileo del 2000...

Via | Autocar

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: