Accordo Fiat-Opel: Berlino ha scelto Magna

Logo Opel

Con una conferenza stampa indetta questa notte davanti alla cancelleria di Berlino, il ministro delle finanze tedesco Peer Steinbrueck ha sancito il definitivo termine alle trattative: sarà Magna a rilevare il controllo di Opel. «Non è stata una decisione agevole – ammette Steinbrueck –, ma il governo è consapevole dei rischi».

Fra cui, come riporta l’agenzia di stampa Bloomberg citando fonti ufficiali, la probabile soppressione di 2.600 posti di lavoro nella sola Germania. Secondo quanto trapelato, alla cordata austro-canadese spetta il 20% del marchio tedesco, mentre la restante percentuale viene spartita fra Sberbank (35%), General Motors (35%) ed i dipendenti (10%).

L’accordo si basa su tre punti: memorandum d'intesa con Magna; amministrazione fiduciaria per la Opel; prestito ponte da un miliardo e mezzo di euro erogato dal governo federale e dai quattro Laender tedeschi in cui sono presenti impianti produttivi Opel.
Via | Repubblica (Grazie ai numerosi lettori per la segnalazione)

  • shares
  • Mail
287 commenti Aggiorna
Ordina: