Fiat Opel: la casa torinese svela le prime cifre della sua proposta; e la migliora


" Da tempo stanno circolando notizie errate che indicano in 18.000 il numero degli esuberi in Germania, nel caso in cui l'offerta Fiat per la Opel fosse accolta. Si tratta di una informazione totalmente falsa. In realtà il piano Fiat prevede che la riduzione degli organici, distribuita in tutta Europa e in maniera progressiva nel tempo, sarà complessivamente inferiore a 10.000. L'impatto in Germania sarà quindi relativamente più basso di questa cifra. "

Con un altro comunicato stampa flash, la casa torinese chiarisce definitivamente alcune delle cifre relative ai tagli sui posti di lavoro Opel; cifre (in un primo tempo gonfiate dalla stampa tedesca) che, arrivati all’assalto finale potrebbero fare la differenza. Specie in termini di gradimento di politica e sindacati. Quindi non solo il Lingotto non molla la presa, ma arricchisce anche la sua offerta: nonostante non ci sia stata una conferma ufficiale da parte di Fiat, Karl-Theodor zu Guttenberg ha affermato che “Fiat ha migliorato l'offerta per Opel”.

La nuova proposta, secondo le prime indiscrezioni, prevedrebbe una maggiore quota Fiat nel capitale di Opel e un aumento del rischio che la società italiana prenderebbe sulla sue spalle. Domani intanto arriveranno le prime considerazione del governo tedesco sulle offerte arrivate dai tre pretendenti.

Via | Ansa (Grazie ai nostri lettori per le segnalazioni)

  • shares
  • Mail
65 commenti Aggiorna
Ordina: