Nissan: gli incentivi in Giappone spingono le vendite delle auto meno inquinanti

Nissan - Salone di Ginevra 2009

Con un comunicato diramato ieri, Nissan ha reso noto che i benefici effetti degli incentivi all'acquisto di auto pulite in Giappone stanno iniziando a farsi avvertire: gli ordini per i modelli che consumano meno sono cresciuti del 30% in un anno.

Lo scorso mese il governo di Tokyo ha deliberato un alleggerimento della pressione fiscale sui veicoli che emettono meno CO2, allo scopo di accrescere il consuntivo totale delle immatricolazioni relativo all'anno fiscale 2009/2010 di circa 310.000 unità. Per sfruttare al meglio questa iniziativa, Nissan ha riomologato alcuni propulsori abbassandone le emissioni ed ha avviato una campagna pubblicitaria molto intensa, volta a far conoscere la propria offerta di auto ecologiche.

A quanto pare l'idea ha fatto centro. Tanto più che il marchio nel suo complesso ha fatto registrare solo una "leggera crescita", lontanamente paragonabile al +30% dei modelli più virtuosi. Per Nissan si tratta in ogni caso del primo segno più in Giappone dopo 10 mesi consecutivi di calo. Ma continua a farsi sentire la mancanza di un'ibrida in gamma, un buco che è stato più volte lamentato dalla rete di vendita nipponica...

Nissan - Salone di Ginevra 2009
Nissan - Salone di Ginevra 2009
Nissan - Salone di Ginevra 2009
Nissan - Salone di Ginevra 2009

Nissan - Salone di Ginevra 2009
Nissan - Salone di Ginevra 2009
Nissan - Salone di Ginevra 2009
Nissan - Salone di Ginevra 2009

  • shares
  • Mail