Fiat guarda alla Cina: nuovo cardine della produzione ?

In America è cosa fatta; in Europa quasi. E adesso Fiat mira al terzo continente, l’Asia: il costruttore torinese starebbe infatti prendendo in considerazione la possibilità dar vita ad un nuovo stabilimento in Cina, in partnership con il gruppo Guangzhou Automobile.

Una manovra da 470 milioni di euro che riporterebbe, dopo circa due anni di assenza, il gruppo Fiat in Asia. Il nuovo impianto industriale dovrebbe sorgere nella città di Guangzhou, nel distretto di Guangdong ed avere una capacità produttiva di 140.000 vetture l'anno. Ma difficilmente Fiat commenterà la notizia prima di aver risolto la "questione Opel".

Via | Repubblica (Grazie ai lettori per la segnalazione)

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: