Ford: il ritorno all'attivo avverrà nel 2011

Ford Iosis

Ford Motor Company ha confermato oggi che prevede di tornare in attivo nel corso del 2011, come del resto comunicato già a fine aprile, in occasione della pubblicazione dei dati relativi al primo trimestre 2009. Nell'ambito del meeting annuale degli azionisti dunque, FoMoCo si è confermato di gran lunga il costruttore americano più in forma.

Mentre Ford infatti con le sue sole forze sta lentamente raddrizzando una situazione pur molto grave, le altre due grandi case di Detroit sono dovute ricorrere agli aiuti statali, e se una -Chrysler- è già in bancarotta, l'altra -GM- lo sarà fra poco più di dieci giorni, secondo tutti gli analisti.

Bill Ford e Alan Mulally, da Wilmington in Delaware, hanno rassicurato investitori e risparmiatori sulla solidità delle prospettive future della casa, ribadendo peraltro che non c'è né ci sarà bisogno di alcun sostegno pubblico. Basterà il piano di risanamento messo a punto internamente per tornare a respirare. Anche dopo aver perso 14,7 miliardi nel solo 2008, e ben 30 miliardi di dollari dal 2006 ad oggi...

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: