Mini: celebrati i 50 anni di produzione nell'impianto di Oxford

Mini: festeggiati i 50 anni di produzione a Oxford

Lo scorso 8 maggio 2009, nell'impianto di Oxford sono stati festeggiati i primi 50 anni di produzione della Mini. La piccola vettura inglese - entrata in commercio il 26 agosto 1959 - è la testimone e allo stesso tempo superstite della ormai scomparsa grande industria automobilistica inglese. Infatti, la Mini ha vissuto gioie e dolori del colosso British Motor Corporation, divenuto poi British Leyland a seguito delle fusioni condotte dai governi inglesi tra gli anni '60 e '70.

Il modello attuale - sviluppato da BMW - non ha nulla in comune con la sua progenitrice, progettata da Sir Alec Issigonis. Nata come vettura di poche pretese, oggi la Mini è una cosiddetta "fashion car", vale a dire un'auto alla moda. Più che altro è diventata un fenomeno di costume, visto il successo dirompente conquistato dalla seconda generazione creata sotto l'egida della Casa bavarese. Sono più di 1,4 milioni gli esemplari di Mini prodotti a Oxford dal 2001.

La scelta di BMW nel creare in questa contea uno stabilimento interamente dedicato alla Mini non è stata casuale. Proprio a Cowley iniziò nel 1959 l'assemblaggio del capolavoro di Issigonis. Furono 602.817 le Mini assemblate fino al 1968, anno in cui la produzione fu trasferita a Longbridge. Complessivamente, sono oltre 6 milioni le Mini vendute durante il suo mezzo secolo di vita. Per l'occasione, verrà lanciata la Mini JCW F1, una edizione speciale realizzata anche per celebrare i 50 anni della prima vettura di Formula 1 realizzata da John Cooper.

Mini John Cooper Works
Mini John Cooper Works
Mini John Cooper Works
Mini John Cooper Works

Mini John Cooper Works
Mini John Cooper Works
Mini John Cooper Works
Mini John Cooper Works

Via | MotorAuthority

  • shares
  • Mail
20 commenti Aggiorna
Ordina: