Lexus: dalla HS250h nascerà il futuro modello compatto


Più volte in passato ci siamo occupati delle varie ipotesi di Lexus compatta, provvisoriamente chiamata Lexus BS. Inizialmente avrebbe dovuto essere una Lexus IS compatta e a due volumi, poi si è parlato di una Toyota Auris di lusso, poi altre ipotesi, ma forse questa volta ci siamo e finalmente la base tecnica dell'auto dovrebbe essere quella definitiva. Si partirà dalla Lexus HS250h, che a sua volta è un prodotto derivato dalla nuova Toyota Prius, che però verrà proposta alla fine del 2010 con una carrozzeria 5 porte e più adatta ai gusti europei e a competere con le future generazioni di Audi e BMW del segmento Compact Premium.

Il fatto che la futura media Lexus, come il modello da cui deriva, sarà proposta solo nella motorizzazione ibrida, porterà per forza le concorrenti a fronteggiare il brand di lusso del colosso Toyota con delle versioni corrispondenti. La conferma della futura Audi A3 TwinDrive è notizia di oggi, mentre la prossima BMW Serie 1 ActiveHybrid era comunque una possibilità di cui si era già parlato qualche mese fa.

L'idea di Lexus, come anche su altri modelli ibridi che già commercializza, non è quello di ridurre i consumi come fa la casa madre Toyota, ma di integrare le prestazioni di un generoso motore a benzina con quelle del motore elettrico. Quindi: più prestazioni, uguali consumi. Considerato che la HS250h è mossa da un 4 cilindri di 2.4 litri a ciclo Atkinson in collaborazione con il sistema Lexus Hybrid Drive per un totale di 187 cv, è chiaro che lo scontro sarà frontale con le motorizzazioni a gasolio delle prossime BMW 120d e Audi 2.0 TDI e, sulla base di questa concorrenza diretta, si può ipotizzare per la nuova Lexus un prezzo di partenza di poco inferiore ai 30.000 €.








In previsione della probabile anteprima della nuova Lexus, che dovrebbe avvenire già a settembre al Salone di Francoforte, cioè nella "tana" delle concorrenti, Andy Pfeiffenberger capo di Lexus Europe, ha rilasciato una dichiarazione che non lascia alcun dubbio sulle intenzioni della Casa nipponica: "Le nostre berline ibride LS e GS sono già concorrenti e concorrenziali nei confronti dei grossi V8 diesel europei. Il nostro obiettivo futuro è quello di competete alla pari con i 4 cilindri diesel per poter entrare da protagonisti nel segmento C Premium che è quello che avrà i maggiori margini di crescita". Insomma, la Triade Tedesca è avvisata: Lexus non ha intenzione di rappresentare una semplice alternativa, ma vuole creare uno standard di riferimento. Saranno gli altri a doversi adeguare alla tecnologia ibrida.



























Via | TopGear.com

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: