Porsche festeggia i quarant’anni della 917

Il suo successo, la sua gloria sono legati allo studio dell’aerodinamica posteriore: il mito non sarebbe tale senza le versioni Kurzheck (coda corta) e Langheck (coda lunga). Nel 1969, al salone di Ginevra, Porsche presentò la 917, ancora acerba berlinetta da corsa destinata a regalare le prime soddisfazioni alla 24 Ore di Le Mans (vinta


Il suo successo, la sua gloria sono legati allo studio dell’aerodinamica posteriore: il mito non sarebbe tale senza le versioni Kurzheck (coda corta) e Langheck (coda lunga). Nel 1969, al salone di Ginevra, Porsche presentò la 917, ancora acerba berlinetta da corsa destinata a regalare le prime soddisfazioni alla 24 Ore di Le Mans (vinta nel 1970 e 71). Solo dopo qualche affinamento, però.

Ora, a distanza di quarant’anni, il cavallino di Zuffenhausen ne celebra l’indiscussa popolarità e portata innovativa. Racchiudendone sette esemplari in quello scrigno che è il neonato museo “societario”. Dopo una carriera di numerosi alti e pochi bassi, tutti vissuti nella fase di “svezzamento”.

Porsche 917 40 Anniversary
Porsche 917 40 Anniversary
Porsche 917 40 Anniversary

Porsche 917 40 Anniversary
Porsche 917 40 Anniversary
Porsche 917 40 Anniversary

La versione del 1969, infatti, era afflitta da problemi di deportanza, tanto da spingere gli allora piloti ufficiali a preferire l’anziana ma più sicura 908. I tecnici, però, tamponarono le ferite prima con la versione K, finalmente competitiva, poi con la Langheck, spinta da un motore V12 (con potenza massima, raggiunta dopo vari step, di 630 cavalli).

Porsche 917 40 Anniversary
Porsche 917 40 Anniversary
Porsche 917 40 Anniversary

Dopo il 1971, anno spartiacque nel regolamento del mondiale prototipi, la 917 cambia identità iscrivendosi al campionato CanAm statunitense, sua terra d’adozione. L’assenza del tetto non è la modifica principale della mostruosa 917/10: vista la mancanza di obblighi relativi a potenza e cilindrata, il motore diventa un sedici cilindri a vu da 750 cavalli. Al quale viene però preferito il V12 turbo – 850 puledri già nella sua prima versione.

Porsche 917 40 Anniversary

Da cui poi deriverà la 917/30. Per intenderci, l’auto più potente nella storia dell’automobilismo: il suo V12 è stato capace di erogare qualcosa come 1.580 cavalli.

Ultime notizie su Super Car

Ultime notizie sulle supercar più belle: foto e video, commenti.

Tutto su Super Car →