Clamoroso: Mercedes e BMW si avvicinano allo scambio azionario. La famiglia Quandt teme la scalata da parte della Stella

A conferma delle tante illazioni fatte nei mesi scorsi sul flirt tra Mercedes e BMW, è da poco stata battuta una notizia da Automotive News secondo la quale le due acerrime rivali dell’industria automobilistica tedesca sono in procinto di accordarsi per uno scambio azionario: Stoccarda diventerebbe proprietaria del 7% di Monaco e la casa bavarese


A conferma delle tante illazioni fatte nei mesi scorsi sul flirt tra Mercedes e BMW, è da poco stata battuta una notizia da Automotive News secondo la quale le due acerrime rivali dell’industria automobilistica tedesca sono in procinto di accordarsi per uno scambio azionario: Stoccarda diventerebbe proprietaria del 7% di Monaco e la casa bavarese entrerebbe in possesso di una identica quota della Stella.

Lo scopo è porre le basi di una cooperazione sempre più intensa, secondo il quotidiano tedesco Der Spiegel, che si sofferma sul disaccordo tra il management BMW e la famiglia Quandt, proprietaria del 46% della casa bavarese. I Quandt, con in testa Johanna e suo figlio Stefan, temono che Daimler AG possa lanciare una scalata in grado di condurre Stoccarda ben oltre il 7% di cui sopra.

Il Governo di Berlino è stato informalmente messo al corrente delle trattative da parte dei due soggetti interessati, e l’antitrust tedesco segue attentamente la situazione. A brevissimo termine Mercedes e BMW dovrebbero annunciare i dettagli della parte preliminare del loro accordo, che per ora le vedrà impegnate fianco a fianco nell’acquisto di componentistica, un’operazione che permetterà risparmi valutati in miliardi di euro sul medio termine. Un manager BMW rimasto anonimo ha dichiarato al giornale: “Ci avvicineremo significativamente non solo con questa operazione, ma soprattutto con i suoi sviluppi futuri”. Non ci resta che seguirli attentamente.

Ultime notizie su Annunci

Annunci, presentazione di nuovi modelli.

Tutto su Annunci →