A Febbraio mercato tedesco in ripresa: BMW e Mercedes ottimiste

Gli agognati incentivi rilanciano anche l’apparentemente disastrato mercato dell’auto tedesco: nel secondo mese del 2009 sono state immatricolate ben 277.800 nuove auto. Un dato davvero sorprendente che rappresenta una crescita del 21% sul febbraio del 2008. Il dato registrato mette ottimismo anche per il futuro: è il primo risultato positivo dopo sei mesi di recessione.

Gli agognati incentivi rilanciano anche l’apparentemente disastrato mercato dell’auto tedesco: nel secondo mese del 2009 sono state immatricolate ben 277.800 nuove auto. Un dato davvero sorprendente che rappresenta una crescita del 21% sul febbraio del 2008. Il dato registrato mette ottimismo anche per il futuro: è il primo risultato positivo dopo sei mesi di recessione. Intanto due giganti dell’auto tedesca come BMW e Mercedes dicono la loro sul futuro a breve termine delle due case in relazione al “periodo di carestia”.

La casa dell’elica, nonostante i licenziamenti ed il calo delle vendite e degli introiti, non ha intenzione di fondare partenership di un certo livello per il futuro: “Siamo forti abbastanza per continuare a correre da soli, ma non escludo si possano definire ulteriori partnership in futuro”. Con queste parole Norbert Reithofer, CEO BMW, liquida le possibili ipotesi di collaborazione a stretto contatto con altri costruttori. Verranno tuttavia mantenute le alleanze per lo sviluppo motoristico col gruppo Psa, con Daimler per l’acquisto comune di componentistica secondaria e con General Motors per lo sviluppo di tecnologie ibride (sempre che GM sopravviva alla tempesta)

“La nostra liquidità è soddisfacente”, ha aggiunto il responsabile vendite e marketing, Ian Robertson, “dopo le misure prese nel 2008 per l’ottimizzazione delle forniture, della produzione e delle giacenze. Non rinvieremo i lanci di prodotto previsti, anzi forse riusciremo ad anticiparli in qualche caso”. Rimane tuttavia immutata la decisione di non rinnovare il contratto ad altri 1000 dipendenti.

Stesso ottimismo in casa Mercedes; Dieter Zetsche, presidente della casa di Stoccarda, ha infatti affermato che, nonostante il settore stia attraversando un periodo duro, “l’industria dell’auto è ancora in grado di rivitalizzare il clima di crisi che si respira ultimamente. Da Smart a Maybach, passando per Mercedes, il gruppo Daimler è vitale e prevedo una ripresa del settore entro la fine dell’anno”.

Ma per Daimler, che ha registrato utili e fatturato in calo nel 2008, crede che neppure il 2009 sarà un anno da ricordare e aspetta con più fiducia il 2010. Intanto le vendite sono trascinate dalla nuova Classe E che sta riscuotendo un ottimo successo. Opel? Non è nei piani della casa.

Via | Quattroruote

Ultime notizie su Mercedes

Mercedes viene fondata nel 1902 ed è l’azienda a cui tutto ricondurre quando si parla di automobili. Non è infatti azzardato considerare Mercedes come un vero e proprio sinonimo di aut [...]

Tutto su Mercedes →