Ferrari: c’è l’ibrido nel suo futuro

Entro il 2012, il Consiglio Europeo dovrebbe decidere se limitare o meno la media di CO2 a 130g/km per ogni Casa costruttrice di automobili. E’ ovvio che questo limite sia molto restrittivo per i costruttori di nicchia come la Ferrari. Ma la Casa di Maranello sembra essere pronta per affrontare questa eventuale situazione, stando alle


Entro il 2012, il Consiglio Europeo dovrebbe decidere se limitare o meno la media di CO2 a 130g/km per ogni Casa costruttrice di automobili. E’ ovvio che questo limite sia molto restrittivo per i costruttori di nicchia come la Ferrari. Ma la Casa di Maranello sembra essere pronta per affrontare questa eventuale situazione, stando alle dichiarazioni di Luca Cordero di Montenzemolo e Amedeo Felisa.

Il Presidente del Cavallino ha affermato che le emissioni di CO2 sprigionate dalle vetture Ferrari diminuiranno del 40% entro il 2012. Questo risultato sarà ottenuto grazie ad un utilizzo più ampio di materiali leggeri per la costruzione delle auto nonché della tecnologia ibrida. Una Ferrari ibrida potrebbe far storcere il naso ai propri estimatori, ma l’ad Felisa ha prontamente chiarito le ipotesi relative a questa soluzione.

Ginevra Live 2009: Ferrari 599 HGTE e 599 XX
Ginevra Live 2009: Ferrari 599 HGTE e 599 XX
Ginevra Live 2009: Ferrari 599 HGTE e 599 XX

Ginevra Live 2009: Ferrari 599 HGTE e 599 XX
Ginevra Live 2009: Ferrari 599 HGTE e 599 XX
Ginevra Live 2009: Ferrari 599 HGTE e 599 XX

Al Salone di Ginevra è presente la 599XX, vettura che adotta soluzioni già sviluppate in Formula 1. Proprio la Ferrari 599GTB Fiorano ben si adatterebbe ad accogliere il KERS, il nuovo sistema di riciclaggio dell’energia cinetica, che funziona secondo il principio freno-energia-rigenerazione. Il KERS è fondamentalmente un efficiente cambio CVT, collegato ad un volano che gira anche quando la vettura è in fase di frenata. L’energia immagazzinata viene utilizzata per aumentare l’accelerazione in curva e consentire migliori prestazioni.

Quindi, un motore elettrico in aiuto a quello termico è fuori discussione. I vantaggi del sistema ibrido sviluppato da Ferrari – sostiene sempre Felisa – potranno essere sotto forma di efficienza e/o prestazioni. Comunque, i primi modelli che adotteranno questa tecnologia non saranno disponibili prima del 2015. Un ulteriore sforzo per ridurre le emissioni potrebbe essere fatto da Ferrari con lo sviluppo di nuovi motori V6 turbocompressi, seguendo la filosofia del downsizing intrapresa da molti costruttori.

Ginevra Live 2009: Ferrari 599 HGTE e 599 XX
Ginevra Live 2009: Ferrari 599 HGTE e 599 XX
Ginevra Live 2009: Ferrari 599 HGTE e 599 XX

Via | MotorAuthorithy (Grazie a bugatti&91 per la segnalazione)

Ultime notizie su Anticipazioni

Anticipazioni, bozzetti e foto spia delle auto in arrivo nei prossimi anni

Tutto su Anticipazioni →