Renault: in naftalina il progetto Alpine

Patrick Pelata, amministratore delegato Renault, si erge a funesto portavoce: il progetto legato alla riesumazione del brand Alpine può definirsi terminato. Causa crisi, ovvio. L’assuefazione dalla sigla RS, pertanto, non verrà affatto disdegnata. Specie di fronte alle nuove creazioni.L’obiettivo di ridurre i costi ha posto la Losanga di fronte a scelte anche impopolari: cassare il

Patrick Pelata, amministratore delegato Renault, si erge a funesto portavoce: il progetto legato alla riesumazione del brand Alpine può definirsi terminato. Causa crisi, ovvio. L’assuefazione dalla sigla RS, pertanto, non verrà affatto disdegnata. Specie di fronte alle nuove creazioni.

L’obiettivo di ridurre i costi ha posto la Losanga di fronte a scelte anche impopolari: cassare il marchio di Dieppe è stata la prima. Nonostante i mugugni di chi avrebbe voluto il ritorno dell’Abarth transalpina. Durante la medesima conferenza stampa, il manager francese ha poi smentito i rumor riguardanti la produzione della prossima Clio nello stabilimento indiano di Chenai.
Via | Motorauthority

Ultime notizie su Annunci

Annunci, presentazione di nuovi modelli.

Tutto su Annunci →