Salone di Ginevra 2009, ecco il comunicato stampa Alfa Romeo: anche la Brera TI con il 1750 turbo 200 CV

Alfa Romeo MiTO GTA Concept - immagini ufficiali

Per primi al mondo avevamo ripreso giovedì lo scoop del blog di alfisti olandesi sulla nuova MiTo GTA, e le foto ufficiali di stamane ci hanno dato ragione, spazzando via in un sol colpo i tanti scetticismi sull'autenticità della piccola bomba. Certo, è comprensibile che visti certi elementi sospetti (ambientazione "riciclata", stemma sopra lo Scudetto...) in molti abbiano dubitato, ma adesso poco importa. Quello che più conta ora è che finalmente Alfa avrà uno stand degno del suo nome al Salone di Ginevra.

La MiTo GTA, un 1750 turbo iniezione diretta da 200 CV per 159 e Brera TI, ed un 2.0 turbodiesel common-rail da 170 CV per 159 berlina e Sportwagon. Non c'è che dire: rispetto ai saloni più recenti, dove eravamo abituati a stand davvero "anoressici", questa volta in Svizzera gli alfisti vedranno un'area espositiva grassa di novità. Nel seguito, un ampio estratto del comunicato ufficiale Alfa.

Alfa 159 MY09: in anteprima la gallery ufficiale
Alfa 159 MY09: in anteprima la gallery ufficiale
Alfa 159 MY09: in anteprima la gallery ufficiale

Alfa Romeo ritorna al Salone Internazionale di Ginevra con uno stand di forte impatto scenografico dove anteprime mondiali e vetture di attuale produzione si alternano per sottolineare – ancora una volta – l’unicità del brand nel panorama automobilistico mondiale.

Protagonista assoluta l’Alfa Romeo MiTo GTA Concept, espressione di una filosofia che affonda le radici nel glorioso mondo delle competizioni e si proietta nel futuro quale capostipite di una nuova generazione di vetture sportive. Progettata grazie alle esperienze acquisite con la 8C Competizione e Spider, la nuova Concept condivide con le esclusive “supercar” la filosofia fondata sul raggiungimento del massimo piacere di guida garantito da un’eccezionale agilità, frutto di un rapporto peso/potenza degno di un’auto da corsa, unita alla proverbiale tenuta di strada Alfa Romeo. Del resto, la sigla GTA è di quelle che hanno fatto la storia sportiva dell'automobile, mietendo una lunga serie di successi sui campi di gara europei. Dunque, la nuova Concept permette di ottenere lo stesso concentrato di emozioni delle prestigiose Gran Turismo italiane con un concetto di prodotto che sposa appieno il principio del “downsizing” garantendo emissioni contenute e minori costi di esercizio.

A Ginevra il pubblico può ammirare una MiTo GTA Concept posta su una pedana rivestita con una speciale resina che evoca il mito della pista e della gara, il luogo prediletto dalle vetture GTA di qualunque tempo. Infatti, uno dei capitoli più importanti della gloriosa storia sportiva dell’Alfa Romeo è senza dubbio quello rappresentato dalla Giulia Sprint GTA. Con questa vettura nasce la filosofia del Gran Turismo Alleggerito che permette ad una vettura di serie di trasformarsi in un vincente prototipo da competizione grazie alle eccellenti qualità tecniche apprezzate dai guidatori di tutti i giorni. Del resto la pista è sempre stato il severo banco di prova per lo sviluppo di tutte le Alfa Romeo fino ai nostri giorni.

Sui pavimenti dell'area espositiva, che presentano intarsi di materiali diversi con diverse tonalità di nero e inserti di acciaio, svettano i modelli MiTo, Brera e 159 (berlina e Sportwagon) mentre due esemplari di 8C Competizione e Spider sono posizionati su pedane di vetro retrolaccato nero e inserti di una speciale resina che evoca l'idea della gara. Da sottolineare che alcune di queste vetture sono equipaggiate con due nuovissimi propulsori che anticipano la normativa Euro 5: il 1750 Turbo Benzina da 200 CV e il 2.0 JTDM da 170 CV.

Sulla passerella svizzera sfila anche un’Alfa Brera proposta nell’allestimento TI ed equipaggiata con il nuovo 1750 TBi da 200 CV (Euro 5) che fa registrare 235 km/h di velocità massima e 7,7 secondi di accelerazione da 0 a 100 km/h. A fronte di queste prestazioni esaltanti, consumi ed emissioni sono contenuti: rispettivamente 8,1 litri ogni 100 Km e 189 g/km di CO2 (nel ciclo combinato).

Oltre alla ricchissima dotazione - dal rivestimento in pelle Frau® al climatizzatore bi-zona, dai sedili a movimentazione elettrica al Cruise Control, dai 7 airbag al sistema VDC (con Electronic Q2) e hill holder – questa vettura si contraddistingue per il logo TI applicato sui parafanghi anteriori. TI come Turismo Internazionale, sigla che Alfa Romeo assegna solo alle auto più ricche nelle dotazioni e raffinate nei contenuti tecnici. Sono vetture derivate da quelle di serie ma che, grazie all’esperienza maturata sulle piste di tutto il mondo, vengono personalizzate con interventi meccanici e contenuti di stile, diventando “sportive di razza” da guidare sulle strade di tutti i giorni.

I tecnici Alfa Romeo sono intervenuti sul tuning delle sospensioni e sull’assetto (-10 mm) per enfatizzare ulteriormente le già note caratteristiche di sportività e maneggevolezza della vettura; molle ed ammortizzatori hanno ora una taratura più rigida, studiata appositamente per garantire un efficace grip ai pneumatici da 19 pollici, mentre gli inediti cerchi in lega, ispirati alla 8C Competizione, hanno una forma realizzata per il massimo contenimento dei pesi e per un elevato raffreddamento dell’impianto frenante. Quest’ultimo è caratterizzato da dischi freno di grandi dimensioni e pinze anteriori Brembo in alluminio monoblocco ad attacco radiale e di colore rosso. Questi contenuti tecnici di pregio si traducono nella massima espressione del piacere di guida Alfa Romeo, da sempre caratterizzato da agilità, precisione di guida e sicurezza in tutte le condizioni.

All’interno l’ambiente TI coniuga l’anima più sportiva dell’Alfa Romeo con la classe e l’eleganza che ci si aspetta da un prodotto italiano. L’accuratezza delle finiture e la qualità dei materiali sono gli elementi che hanno guidato il Centro Stile Alfa Romeo per la realizzazione dell’ambiente interno. I sedili anatomici ad alto contenimento sono rivestiti in morbida pelle e rifiniti con cuciture e targa metallica con il logo TI. A richiesta, la consolle centrale della plancia e la mostrina del volante possono essere in fibra di carbonio. La pelle traforata caratterizza l’impugnatura anatomica del volante e del pomello del cambio. L’ambiente interno può essere reso ancora più esclusivo con l’adozione della plancia in pelle, un raffinato optional realizzato con cura artigianale. Infine, per garantire il massimo piacere di guida, la strumentazione propone una grafica sportiva con illuminazione bianca mentre pedaliera e appoggiapiedi sono in alluminio con particolare trattamento antiscivolo.

  • shares
  • Mail
108 commenti Aggiorna
Ordina: