Gran Bretagna: la produzione automobilistica si è ridotta del 58,7% in un anno

Dopo l’esplosione della crisi economica negli ultimi mesi del 2008, nemmeno l’anno nuovo è iniziato sotto i migliori auspici per l’industria automobilistica inglese, che ha accusato un calo produttivo del 58,7% rispetto al gennaio del 2008.L’economia inglese -e il suo comparto automobilistico in particolare- si conferma come una tra le più colpite al mondo da

Dopo l’esplosione della crisi economica negli ultimi mesi del 2008, nemmeno l’anno nuovo è iniziato sotto i migliori auspici per l’industria automobilistica inglese, che ha accusato un calo produttivo del 58,7% rispetto al gennaio del 2008.

L’economia inglese -e il suo comparto automobilistico in particolare- si conferma come una tra le più colpite al mondo da questa crisi globale: tutti i grandi soggetti industriali presenti in Gran Bretagna hanno incontrato difficoltà, spesso anche molto gravi. Si pensi a titolo d’esempio a Mini e Jaguar-Land Rover. L’Associazione Nazionale dei Costruttori, davanti alle sole 61.404 unità assemblate lo scorso mese è tornata a bussare alla porta dell’esecutivo di Gordon Brown in cerca di un nuovo intervento di incentivo ai consumi in grado di rilanciare il settore e garantire i livelli occupazionali.

Il governo inglese ha già stanziato 2,5 miliardi di euro a fine gennaio, ma la cifra è da alcuni ritenuta troppo bassa, soprattutto se confrontata con altri interventi statali, come i 6 miliardi erogati dal governo francese in favore dell’industria automobilistica nazionale.

Mini Ray
Mini Ray
Mini Ray

Mini Ray
Mini Ray
Mini Ray

Via | LeBlogAuto

Ultime notizie su Annunci

Annunci, presentazione di nuovi modelli.

Tutto su Annunci →