BMW: divergenze sulla “Project i” dietro l’addio di Chris Bangle?

Martedì scorso è arrivato l’annuncio-shock dell’abbandono di Chris Bangle, che ha fatto i bagagli e se n’è andato da BMW. Oggi, a distanza di qualche giorno, iniziano a trapelare interessanti indiscrezioni sui motivi dietro il divorzio. Tutto sembra, fuorché una separazione consensuale: si dice infatti che Bangle si sia trovato in forte disaccordo con il


Martedì scorso è arrivato l’annuncio-shock dell’abbandono di Chris Bangle, che ha fatto i bagagli e se n’è andato da BMW. Oggi, a distanza di qualche giorno, iniziano a trapelare interessanti indiscrezioni sui motivi dietro il divorzio. Tutto sembra, fuorché una separazione consensuale: si dice infatti che Bangle si sia trovato in forte disaccordo con il management in merito alla “Project i“.

Sembra addirittura che BMW abbia offerto un ruolo ancor più importante al creativo, già promosso a suo tempo da capo del design del marchio a responsabile dell’intero gruppo, ma non ci sia stato nulla da fare: Bangle, secondo le attendibili voci riportate da BMWblog, non era allineato sul futuro della piccola, né con la casa, né -soprattutto- con Adrian van Hooydonk, che ha preso il posto dell’americano.

Rimane da vedere se a Monaco decideranno di imprimere una svolta in corsa al “Project i”, dopo che quest’ultimo ha già ricevuto disco verde dall’amministrazione.

Ultime notizie su BMW

BMW viene fondata nel 1913 e si dedicò inizialmente alla produzione di aerei. Il suo acronimo rappresenta la traduzione di Fabbrica di Motori Bavarese e ne descrive la missi [...]

Tutto su BMW →