Peugeot e Citroen: 3 milioni di FAP installati

A quasi dieci anni dalla sua introduzione, il FAP ha raggiunto quota 3 milioni. Questo dispositivo, brevettato dal gruppo PSA ed installato esclusivamente sulle vetture Peugeot e Citroen, ha superato l’importante traguardo verso la metà di gennaio, quando dallo stabilimento di Poissy, in Francia, è uscito un esemplare di Peugeot 207 1.6 HDi dotata di


A quasi dieci anni dalla sua introduzione, il FAP ha raggiunto quota 3 milioni. Questo dispositivo, brevettato dal gruppo PSA ed installato esclusivamente sulle vetture Peugeot e Citroen, ha superato l’importante traguardo verso la metà di gennaio, quando dallo stabilimento di Poissy, in Francia, è uscito un esemplare di Peugeot 207 1.6 HDi dotata di Filtro Antiparticolato.

Il FAP fece il suo debutto nel maggio del 2000 e il primo modello che l’adottò di serie fu la Peugeot 607. Il Filtro Antiparticolato è stato fondamentale per la casa francese per ridurre l’inquinamento dei propri motori diesel. Il FAP ha contribuito fortemente alla riduzione di emissione di particolato (detto anche PM10) e CO2. Questo grazie anche all’azione combinata dei motori HDi common-rail e di uno speciale additivo, particolare proprio del FAP che lo rende dissimile dal DPF utilizzato dalle altre case, soprattutto per quanto riguarda le noie alle basse velocità e nei percorsi urbani, problemi sconosciuti al Filtro inventato da Peugeot. Inoltre, questo dispositivo ha raggiunto la sua massima espressione quando ha debuttato, nel 2007, sulla Peugeot 908 HDi, la vettura che ha segnato il ritorno della casa del leone alla 24 ore di Le Mans.

Giunto alla seconda generazione che ha visto l’adozione del filtro “Octosquare” che non necessita di una particolare manutenzione, il FAP è stato il precursore della Euro 5, normativa che entrerà in vigore il prossimo mese di settembre e che prevede l’obbligo del Filtro Antiparticolato per i propulsori diesel. In vista della normativa Euro 6 del 2014, il gruppo PSA sta lavorando alla terza generazione del FAP, il quale garantirà una maggiore riduzione dell’anidride carbonica e una migliore sinergia di funzionamento con i dispositivi di riduzione degli ossidi di azoto, insieme ad un abbattimento dei costi di produzione.

Nel corso degli anni il FAP, lo ricordiamo, è stato poi installato su quasi tutti i modelli Peugeot e Citroen. Infatti, adottano questo dispositivo le Peugeot 1007, 207, 308, 407, 4007, 607, 807 e le Citroen C2, C3, C4, C5, C6, C8 e C-Crosser, oltre ai veicoli commerciali di entrambe le case francesi.

Via | Repubblica

Ultime notizie su Annunci

Annunci, presentazione di nuovi modelli.

Tutto su Annunci →