Nuove indiscrezioni sull’identità di The Stig

Chi è The Stig. Non me ne voglia la Direzione, ma racconterò questa notizia in modo inconsueto. Sono oramai anni che circolano voci sull’identità del pilota della pista di Top Gear, fortunata e spettacolare trasmissione del canale britannico BBC che si occupa di automobili. Un nuovo scoop di questi giorni metterebbe in luce la vera


Chi è The Stig. Non me ne voglia la Direzione, ma racconterò questa notizia in modo inconsueto. Sono oramai anni che circolano voci sull’identità del pilota della pista di Top Gear, fortunata e spettacolare trasmissione del canale britannico BBC che si occupa di automobili. Un nuovo scoop di questi giorni metterebbe in luce la vera identità del personaggio televisivo senza parola.

Per dovere di cronaca dovrei raccontarvi questa storia, pari pari l’originale e mettere la bandierina sul sistema “ grande fratello” mediatico, che vorrebbe rivelare ogni aspetto della vita di un uomo. Ma certe cose è meglio che rimangano segreti. Stig è solo un pilota, non fa del male a nessuno. Il suo mestiere di “Supereroe” è testare il lavoro di costruttori ed ingegneri saggiando la bontà e le peculiarità dei prodotti sul mercato. Scelgo quindi di mettere il link del prestigioso giornale e lasciare ad ognuno di voi, in coscienza, la volontà di sbirciare dalla serratura di internet le fattezze ed il nome del pilota che si celerebbe sotto la tuta bianca più famosa della tv.

Non ho mai voluto sapere chi fosse Robin Master, proprietario di una stupenda Ferrari 308 rossa ed amico dell’investigatore Thomas Magnum. Charly delle Charlie’s Angels deve rimanere celato dietro ad una poltrona, mentre procaccia alle tre splendide ragazze casi da risolvere. Credo sia fondamentale non conoscere l’identità di Stig. L’autenticità del personaggio che Clarkson ed amici presentano al mondo deve rimanere tale; una tuta bianca, un casco bianco, virtù e vita totalmente inconsueta.

Credo assolutamente alle parole di Jeremy e che quindi Stig non dorma di notte, non abbia paura del pericolo, sia un alieno, sappia solo guidare, non si cibi come i normali esseri umani, succhi la rugiada dalle anatre e per sbloccarlo, bisogna passare il dito lungo il viso. La missione di Stig è un volante tra le mani, il resto poco importa. Quindi continuerò a chiedermi se sotto quel casco bianco si cimenti il campione Nigel Mannsell o l’iridato di Formula Uno, Damon Hill. Continuerò a pensare che Stig ascolta alla guida corsi di italiano per poter parlare a una Ferrari, e che sia un po’ troppo Inglese nei gusti musicali. Come ogni personaggio o supereroe che si rispetti l’importante non è da dove viene, ma cosa fa.

Via | Telegraph

Ultime notizie su Curiosità

Abbiamo raccolto le notizie le più strane, i video i più divertenti e le auto più originali: scopri con noi le curiosità del mondo automobile e condividi con noi i tuoi aneddoti insoliti.

Tutto su Curiosità →