PathindIR: ecco come funziona il visore notturno di Bmw

Il suo nome è PathFindIR, ma potete tranquillamente chiamarlo visore notturno. In occasione dell’ultimo CES di Las Vegas, il costruttore bavarese ha mostrato quanto possa rivelarsi efficace una “semplice” camera a sensore termico. 300 metri di “gittata visiva”, angolo di visuale pari a 36° e possibilità di rilevare variazioni di temperatura con incertezza di 0.5

Il suo nome è PathFindIR, ma potete tranquillamente chiamarlo visore notturno. In occasione dell’ultimo CES di Las Vegas, il costruttore bavarese ha mostrato quanto possa rivelarsi efficace una “semplice” camera a sensore termico. 300 metri di “gittata visiva”, angolo di visuale pari a 36° e possibilità di rilevare variazioni di temperatura con incertezza di 0.5 gradi.

Questa tecnologia verrà impiegata per la prima volta sulla nuova Serie 7, e rappresenta una strada alternativa rispetto al Night View Assist firmato Mercedes: quest’ultimo, infatti, utilizza un fascio di luci ad infrarossi che, riflettendosi sugli ostacoli, permettono di scorgere gli ostacoli.
Via | Punto Informatico

I Video di Autoblog

Ultime notizie su Curiosità

Abbiamo raccolto le notizie le più strane, i video i più divertenti e le auto più originali: scopri con noi le curiosità del mondo automobile e condividi con noi i tuoi aneddoti insoliti.

Tutto su Curiosità →