Goodwood 2013: Alfa Romeo 4C in video

Alfa Romeo rende omaggio ai 50 anni di Autodelta e partecipa a Goodwood 2013 con una selezione di sei fra le sue automobili più fascinose e significative. D'ogni modo tutti gli occhi sono per la 4C, reginetta della manifestazione.

a:2:{s:5:"pages";a:4:{i:1;s:0:"";i:2;s:30:"Le foto dallo stand Alfa Romeo";i:3;s:33:"Le Alfa Romeo presenti a Goodwood";i:4;s:43:"4C: video ufficiale sul circuito di Balocco";}s:7:"content";a:4:{i:1;s:2301:"

Alfa Romeo ha partecipato a Goodwood 2013 con sei automobili dai nobili trascorsi. Se possibile le 8C 2900B Speciale tipo “Le Mans” (1938), Gran Premio Tipo 159 “Alfetta” (1951), 2000 Sportiva (1954), 33 Stradale prototipo (1967), 1750 GT Am (1970) e 33 TT 12 (1975) sono state però oscurate dalla 4C, la cui prima passerella dinamica ha raccolto consensi pressoché unanimi. Nel West Sussex era presente un esemplare dalla colorazione Fluid Metal, con pinze freno di colore giallo, accompagnato da un’altra vettura parcheggiata però nello stand.

L’Alfa Romeo 4C è stata inizialmente proposta nella versione Launch Edition. Ciascun esemplare poteva essere ordinato nelle colorazioni Rosso Alfa o Bianco Carrara e si riconosce per il diffusore in alluminio con finiture scure, per i fanali anteriori bi-LED e per il pacchetto aerodinamico in carbonio, composto da proiettori, spoiler e calotte degli specchi retrovisori esterni. I cerchi in lega sono da 18 pollici all’anteriore e da 19 pollici al retrotreno. L’elaborazione è poi completata dalle pinze freno di colore specifico, dall’impianto di scarico racing e dal kit sospensioni con ammortizzatori e barra antirollio posteriore dalla taratura specifica. Nell’abitacolo sono presenti i sedili sportivi ed il volante rivestiti in misto pelle/microfibra con cuciture bianche, la placchetta con indicato il numero dell’esemplare e cuciture rosse per il rivestimento di volante, per il freno a mano, per i tappetini, per le maniglie e per i sedili sportivi.

L’Alfa Romeo 4C Launch Edition mantiene invariate le caratteristiche tecniche della vettura d’origine. Utilizza pertanto il nuovo motore quattro cilindri turbo da 1.8 litri e 240 CV/350 Nm, che produce un rapporto peso/potenza inferiore a 4 kg/CV. L’Alfa 4C accelera da 0 a 100 km/h in 4.5 secondi e raggiunge una velocità massima superiore a 250 km/h. E’ abbinata al cambio doppia frizione TCT. Il Biscione ne ha realizzati 1.000 esemplari, 500 dei quali riservati al Nord America, 400 esemplari all’Europa, all’Africa ed al Medio Oriente e 100 per il resto del mondo. Era in vendita a 60.000 euro.

";i:2;s:2109:"

Le foto dallo stand Alfa Romeo

Le immagini delle Alfa Romeo presenti a Goodwood

Alfa Romeo partecipa a Goodwood 2013 (11-14 luglio) con una selezione delle sue automobili più celebri e desiderate. La rappresentanza è ovviamente guidata dalla 4C, capitano di una squadra in cui figurano anche le 8C 2900B Speciale tipo “Le Mans” (1938), Gran Premio Tipo 159 “Alfetta” (1951), 2000 Sportiva (1954), 33 Stradale prototipo (1967), 1750 GT Am (1970) e 33 TT 12 (1975). Queste ultime in particolare omaggiano il preparatore Autodelta ed i suoi 50 anni, sezione attiva dal 1963 al 1966 e da considerare quale vero e proprio antesignano del Reparto Corse Alfa Romeo.

L’Alfa Romeo 33 Stradale venne prodotta in 18 esemplari dal 1967 al 1969. Fu disegnata da Franco Scaglione e misura 3.970 mmillimetri in lunghezza, 1.710 mm in larghezza e 991 mm in altezza. Pesa 7 quintali ed utilizza un motore V8 da 2 litri, progettato da quell’ingegner Busso che avrebbe poi dato vita anche al sei cilindri delle ultime GTA. Il due litri eroga 230 CV e garantisce uno 0-100 km/h in appena 5.6 secondi, per una velocità massima di quasi 260 km/h. Il suo telaio è di tipo tubolare e realizzato in acciaio, allungando di 10 centimetri lo chassis della 33 usata per le competizioni.

Era in vendita per 9.750.000 lire, quando ad esempio una coeva Giulia TI costava 1.570.000 lire ed una Ferrari poteva essere acquistata per circa 6 milioni. Sua quasi omonima è l'Alfa Romeo 33 TT 12, sportiva vincitrice del campionato del Mondo Marche 1975 (7 vittorie su 8 gare) e di numerose altre gare di durata. Montava un 12 cilindri boxer da 3 litri, capace di 500 CV a ben 11.000 giri/minuto. La sportiva del Biscione raggiungeva così la velocità massima di 320 km/h.

";i:3;s:2407:"

Le Alfa Romeo presenti a Goodwood

Alfa Romeo 4C: tutte le immagini della fabbrica Maserati
Tra le protagoniste del Goodwood Festival of Speed 2013, in programma dall’11 al 14 luglio nella contea inglese West Sussex, sarà presente anche Alfa Romeo 4C. E’ l’auto del momento della casa del Biscione ed il nome richiama la tradizione sportiva del marchio milanese, visto che le sigle 8C e 6C negli anni trenta e quaranta avevano contraddistinto le vetture, da competizione e stradali, equipaggiate con l’otto cilindri e l'innovativo sei cilindri.

Presentata all’ultimo Salone di Ginevra, l’Alfa Romeo 4C sarà ammirata per la prima volta anche nelle performance dinamiche, lungo il tracciato di quasi due chilometri del difficile e tecnico percorso, con un dislivello di quasi cento metri tra la partenza e l’arrivo. La sportiva italiana è stata prodotta nello stabilimento Maserati di Modena, utilizzando tecnologie e materiali derivati dalla 8C Competizione.

La 4C è spinta dal quattro cilindri turbo da 1.750 cc, con una potenza di 240 CV ed una coppia massima di 350 Nm, con prestazioni di primo livello: accelerazione da 0 a 100 km/h in 4.5 secondi e velocità massima pari a 250 km/h. La vettura è abbinata al cambio a doppia frizione a sette marce e verrà lanciata ad un prezzo inferiore ai 50 mila euro, mentre la Launch Edition sarà proposta a 60.000 euro.

Non sarà solamente la 4C l’unica Alfa Romeo presente a Goodwood, ma saranno presenti anche altri sei esemplari storici: la 8C 2900B Speciale tipo "Le Mans" (1938), Gran Premio Tipo 159 "Alfetta" (1951), 2000 Sportiva (1954), 33 Stradale prototipo (1967), 1750 GT Am (1970) e 33 TT 12 (1975). In particolare, le ultime tre vetture citate celebreranno i cinquant’anni dell’Autodelta, il reparto corse nato nel marzo 1963.

";i:4;s:2316:"

4C: video ufficiale sul circuito di Balocco


Alfa Romeo presenta in video la nuova Alfa 4C: guida sportiva ed emozionante sull'asciutto e sul bagnato della pista di Balocco.

Alfa Romeo ha rilasciato un nuovo video ufficiale sulla 4C dopo il filmato girato a Madrid un paio di settimane fa. L'Alfa 4C è questa volta impegnata sul circuito di Balocco, test track del gruppo Fiat che comprende svariati circuiti al suo interno. La nuova supercar italiana è stata filmata nel corso dei test in Piemonte, sia sul bagnato sia sull’asciutto, ed il filmato mostra anche alcune prove di frenata, qualche traverso e l’andamento della vettura sul difficile tracciato. Non si sente, invece, il sound del motore, coperto dal sottofondo audio.

L'Alfa Romeo 4C è stata presentata all’ultimo Salone di Ginevra ed utilizza tecnologie derivate dalla sorella maggiore Alfa Romeo 8C Competizione. Lunga meno di 4 metri, la sportiva compatta del Biscione, due posti e con motore centrale, mostra un design personale, con una cura molto particolare dei dettagli, come abbiamo potuto notare anche nella visita allo stabilimento Maserati dove viene costruita, ed una meccanica da vera sportiva.

Il propulsore dell'Alfa Romeo 4C è un quattro cilindri turbo da 1.750 cc, con una potenza di 240 cavalli ed una coppia massima di 350 Nm, ed è abbinato al cambio doppia frizione a sette marce, per prestazioni di livello assoluto. L’accelerazione da 0 a 100 km/h viene effettuata in 4.5 secondi, mentre la velocità massima è pari a 250 km/h. Nei giorni scorsi, è arrivato anche il primo tuning legato all’Alfa Romeo 4C: ecco come l’ha rivisitata Pogea Racing.

";}}

  • shares
  • Mail
58 commenti Aggiorna
Ordina: