Renault Nissan Common Module Family: arriva l'architettura costruttiva CMF

Secondo Tsuyoshi Yamaguchi, Alliance Engineering Director di Renault-Nissan, la CMF apre una nuova era nelle sinergie ingegneristiche del gruppo franco-giapponese. Ciò permetterà di ottimizzare l'efficienza costruttiva ed introdurre nuove tecnologie ad un ritmo più veloce.

Renault Nissan Common Module Family CMF

Renault e Nissan svelano in forma ufficiale la loro nuova architettura costruttiva CMF, acronimo di Common Module Family. Disegnata per garantire la massima flessibilità, non è quella che in gergo viene indicata come “piattaforma costruttiva”: si tratta infatti di moduli intercambiabili, che includono la porzione di alloggiamento del motore, avantreno, retrotreno e cellula dell’abitacolo.

Mediante questa particolare costruzione, la CMF potrà essere usata per costruire auto di tutte le taglie, dalle compatte ai grandi crossover: basterà utilizzare i moduli necessari. Questa particolare architettura entrerà in produzione a partire dalla fine dell’anno sulle nuove generazioni di Nissan Rogue, Qashqai ed X-Trail.

Renault se ne avvarrà invece a partire dalla fine del 2014, quando la CMF verrà usata per Espace, Scenic e Laguna. Grazie a questa modularità costruttiva Renault e Nissan hanno stimato di poter ridurre i costi ingegneristici di circa il 30/40%. Inoltre l’impiego di componenti comuni fra i due marchi dovrebbe aumentare le economie di scala, garantendo un ulteriore taglio delle spese calcolato fra il 20 ed il 30%.

Renault Nissan Common Module Family CMF
Renault Nissan Common Module Family CMF

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: