Audi: annullati tutti i piani per l'ibrido

volante audi

«Riteniamo questa tecnologia ancora acerba per “meritare” la grande produzione: non produrremo un propulsore ibrido fino a quando non risolveremo i suoi problemi legati alla sicurezza e, soprattutto, all’ancora esigua efficienza». Audi gonfia il petto e, in barba a tutti, dichiara apertamente di non valutare lo sviluppo di propulsori alternativi.

La precedente dichiarazione è stata infatti rilasciata da un alto dirigente, protetto dall’anonimato - il “virgolettato”, in tal senso, dovrebbe garantire. La stessa misteriosa fonte ha poi parlato di un “piano B”: «Fino a quando non troveremo una tecnologia affidabile – spiega – e matura, dedicheremo i nostri sforzi alla progettazione di telai in alluminio ed ancora più efficienti motori diesel».

Prima di concludere, c’è ancora spazio per una rivelazione: la Q5 sarà il primo modello ad essere provvisto dei sistemi start-stop e di recupero dell’energia in frenata. «Questo sistema non avrà un nome commerciale» dichiara la fonte «perché sarà parte integrante della nostra politica di continuo sviluppo».
Via | Autocar

  • shares
  • Mail
64 commenti Aggiorna
Ordina: