Non passa il salvataggio per le tre di Detroit

Senato USASalta il salvataggio da 14 miliardi di dollari per Chrysler, GM e Ford: al senato USA è mancato l'accordo con i repubblicani, che chiedevano anche tagli dei salari agli operai.

La notizia colpisce in modo particolare GM e Chrysler, che hanno dichiarato di non avere fondi sufficienti ad arrivare alla fine del mese. Entrambe hanno già chiesto assistenza a studi legali specializzati in diritto fallimentare.

La grande preoccupazione per l'industria automobilistica americana è che l'attuale situazione economica impedirebbe una "ordinaria" procedura secondo il Capitolo 11, che prevede la protezione dai creditori mentre si ristrutturano i debiti. Il risultato più probabile sarebbe la liquidazione, con effetto a catena su milioni di posti di lavoro (prima quelli dei produttori di auto, a seguire quelli dei fornitori).

La speranza attuale per Detroit è che l'attuale amministrazione USA conceda un prestito ponte, in attesa che, a gennaio, il nuovo presidente e il nuovo congresso USA riconsiderino la questione.

Via | WSJ

  • shares
  • Mail
181 commenti Aggiorna
Ordina: