Ghosn al timone di GM: CNN rafforza l'ipotesi, ma tira in ballo anche Marchionne!

gm hq detroit Il Governo americano avrà pure concesso il prestito (in forma ridotta, 15 miliardi contro i 34 richiesti) alle Big Three, ma in cambio del fiume di danaro, ha ottenuto di poter mettere bocca negli affari interni delle case di Detroit. In particolare, a Washington, non va proprio giù il management attuale delle Tre Sorelle, ritenuto responsabile degli sconquassi attuali. Al centro del mirino c'è soprattutto Rick Wagoner, CEO GM, sempre meno ben visto dal Governo americano, che preme per la sua sostituzione. Ma con chi?

Sorprendentemente (ma nemmeno troppo, visto che lo avevamo già anticipato), pare che gli americani siano sulle tracce di Carlos Ghosn, manager di grande successo internazionale, da quasi un decennio al timone di Renault-Nissan, che -guarda caso- è l'ultimo dei grandi matrimoni d'interesse siglati a fine anni '90 a essere rimasto in piedi. Colui che ha resuscitato Nissan potrebbe dunque essere l'uomo giusto anche a Detroit.

Ma la CNN non si concentra su un solo nome e amplia la rosa dei "papabili" a Robert Lane, presidente Deere & Co., John Rice, vice presidente General Electric e -udite udite- Sergio Marchionne, il cui operato in Fiat Automobiles è evidentemente tenuto in grossa considerazione dagli addetti ai lavori d'Oltreoceano. Chi conquisterà il Regno del Michigan?

Via | Autoblog.com

  • shares
  • Mail
54 commenti Aggiorna
Ordina: