GM: i piani per arginare la crisi

Logo GM general MotorsDodici miliardi di dollari – un terzo entro la fine dell’anno – per arrestare l’emorragia; cessione di quattro marchi con contestuale ridimensionamento; cospicui investimenti nelle settore dei carburanti alternativi: il piano di risanamento proposto da General Motors al congresso americano si compone di questi punti.

Oltre alle ingenti liquidità richieste (4 miliardi per “campare” fino al 2009, 6 per fronteggiare gli squilibri del mercato), colpisce il pressoché necessario disfacimento della “front line”: Hummer, Pontiac, Saab e Saturn verranno ridimensionate o, nella peggiore fra le ipotesi, vendute. I maggiori sforzi verranno pertanto dedicati al progressivo ritorno in auge di Buick, Cadillac, Chevrolet e GMC.

Queste, però, sono soluzioni-tampone, ben poco concrete rispetto ai 2,9 miliardi di investimenti (gran parte dedicati alla tecnologia fuel cell) previsti per aumentare, come detto, il know-how relativo ai carburanti alternativi e per proporre un ventaglio di 15 modelli ibridi.
Via | Automobilemag

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: