Marchionne: La UE deve aiutare l’auto

Nel mare in tempesta del settore automobilistico mondiale siamo tutti sulla stessa barca e andiamo aiutati tutti dallo Stato nello stesso modo, sia che si tratti dell’UE o degli USA. Se poi si riesce a buttare fuoribordo gli inutili pesi delle future norme sulla riduzione del CO2, tanto meglio. Questo, in sostanza, è l’ultimo Marchionne

Nel mare in tempesta del settore automobilistico mondiale siamo tutti sulla stessa barca e andiamo aiutati tutti dallo Stato nello stesso modo, sia che si tratti dell’UE o degli USA. Se poi si riesce a buttare fuoribordo gli inutili pesi delle future norme sulla riduzione del CO2, tanto meglio. Questo, in sostanza, è l’ultimo Marchionne Pensiero.

Nello specifico l’AD di Fiat ha dichiarato: “Senza un intervento finanziario al sistema dell’auto Usa quell’industria non sarà in grado di continuare. Qualcosa di strutturale deve succedere. Noi abbiamo chiesto a Bruxelles lo stesso tipo di assistenza al settore dell’auto di quello degli americani: credo sia razionale e trovo veramente indecente che qualcuno venga a dirci che un simile intervento non è sostenibile. Inoltre è davvero iniquo che siano stati spesi 700 miliardi per aiutare il sistema finanziario Usa e non si riescano a trovare 50 miliardi per 3 milioni di persone coinvolte nel settore auto». Gli fa eco Luca Cordero di Montezemolo, presidente della Fiat, che è convinto che alla fine una copertura economica per GM in crisi si troverà e ne sarà garante lo stato americano che ne diverrà azionista, non ci sono alternative a questo tipo di aiuti.

Purtroppo l’industria automobilistica ha sempre gridato un po’ troppo spesso “Al lupo! Al lupo!” anche quando le cose non erano così tragiche e adesso che ha veramente bisogno di supporto non può far altro che alzare ancora di più la voce nella speranza di essere ascoltata. Ma per rilanciare il settore auto non basteranno gli aiuti di Stato se poi i clienti non compreranno le vetture per mancanza di liquidità. Secondo Unrae e Anfia, occorrerà intervenire anche sul credito al consumo per rilanciare il settore e sarebbero necessarie agevolazioni fiscali per le vetture meno inquinanti.

Via | ilsole24ore.com

Ultime notizie su Opinioni

Opinioni

Tutto su Opinioni →